It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Associazioni del bio contro gli scienziati

"Disinformate le polemiche sulla biodinamica: sono 30 anni che è nelle norme europee"

La scienziata Elena Cattaneo, senatrice a vita, è l'unica ad aver votato contro la recente approvazione, in Senato, del ddl sull'agricoltura biologica. Scelta motivata in una intervista a Micromega dal giudizio negativo su "uno in particolare tra gli elementi critici della legge, che ritengo sia un’abnormità scientifica e un’aberrazione normativa, vale a dire il richiamo esplicito e il conseguente riconoscimento in via preferenziale ai rituali esoterici dell’agricoltura biodinamica. Una pratica agricola i cui disciplinari (definiti da una multinazionale privata) comprendono l’uso di preparati a base di letame infilato nel cavo di un corno di una vacca primipara, vesciche di cervo riempite di fiori di achillea ed altre amenità che, se non fossero scrupolosamente osservate, debitamente certificate e vendute a caro prezzo ai consumatori sotto specifico marchio, sarebbe naturale pensare come ingredienti di una pozione magica di una strega delle favole".

Giudizio negativo anche dall'autorevole Accademia Nazionale di Agricoltura (vedi articolo di EFA News del 28/5/2021: "l’agricoltura biodinamica è scientificamente inaccettabile, in quanto completamente avulsa dai principi di verifica sperimentale e di ripetibilità del dato come rigorosamente richiesto dalla scienza"). 

Le associazioni del biologico però non ci stanno. 

“L’agricoltura biologica - si legge in appello lanciato da Aiab, AssoBio e FederBio - è normata e certificata nell’Unione europea ormai da 30 anni, così come l’agricoltura biodinamica”, tanto è vero che “le normative riconoscono le pratiche agronomiche e i preparati della biodinamica”, sottoposta anch’essa al sistema di certificazione obbligatorio, ed è per questo che i prodotti biodinamici riportano il logo europeo del bio, si legge nel documento delle associazioni che rappresentano il biologico.

E proseguono le associazioni, la biodinamica “nel disegno di legge è stata inserita proprio in quanto già oggi certificata biologica. Gli stessi preparati biodinamici, descritti come pratiche esoteriche, sono in realtà mezzi tecnici iscritti nell’elenco dei prodotti ammessi per il biologico dai Regolamenti UE e regolarmente autorizzati al commercio dai decreti ministeriali in vigore nel nostro Paese”.

Ora la legge, approvata dopo un iter di anni, torna alla Camera, dove era stata approvata con un voto bipartisan ormai due anni fa. Ma il via libera finale della norma potrebbe essere ostacolato a vari livelli, soprattutto dall’alzata di scudi di una parte del mondo scientifico sull’equiparazione del biologico con il biodinamico. 

Anche per Alleanza coop agroalimentari "questa legge è di fondamentale importanza anche perché mette a sistema alcuni strumenti necessari alla produzione biologica, quali le associazioni di produttori, le filiere e i distretti biologici, insieme al rafforzamento della ricerca e della formazione”.

agu - 19374/

EFA News - European Food Agency
Similar