Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Tutti gli advisor nell’acquisto di Mandarin Capital Partners di Daroma

Il gruppo italiano è specializzato nella torrefazione del caffè

Fondato nel 2014 da Giulio Santin e con sede a Roma, il gruppo ha chiuso il 2018 con circa 26 milioni di euro di ricavi, confermando una crescita significativa negli ultimi 3 anni, trainata da una crescente espansione nel settore Ho.re.ca e nella grande distribuzione.

Mandarin Capital Partners III (MCP III), una piattaforma di private equity che investe principalmente in aziende italiane di media dimensione, ha acquisito una quota di maggioranza del capitale di Daroma Spa, gruppo italiano specializzato nella torrefazione del caffè, che presenta nel proprio portafoglio i noti marchi italiani Palombini, Mexico, Giovannini, Nori, Camilloni e Van Doren. Fondato nel 2014 da Giulio Santin e con sede a Roma, il gruppo ha chiuso il 2018 con circa 26 milioni di euro di ricavi, confermando una crescita significativa negli ultimi 3 anni, trainata da una crescente espansione nel settore Ho.re.ca e nella grande distribuzione. 

Giulio Santin è stato assistito dall’avvocato Michele Scola, dello Studio Legale Scola. Spada Partners con il partner Antonio Zecca ha agito in qualità di advisor finanziario; mentre Fineurop Soditic ha svolto il ruolo di Debt Advisor. Mandarin è stata assistita dallo Studio Lmcr per i profili legali, da Deloitte Transaction Services per la due diligence finanziaria, da Deloitte Studio Tributario per gli aspetti fiscali, da Goetz partners per la business due diligence e da Tauw per la HSE due diligence. 

L’investimento si colloca all’interno di un progetto di build-up finalizzato alla creazione di un gruppo integrato nel settore del caffè in grado di presidiare l’intera filiera. Nell’ottobre 2019, infatti, MCP III ha acquisito una quota di maggioranza di Neronobile Srl, azienda italiana leader nella produzione e commercializzazione di caffè, tè, tisane e solubili in capsula. In particolare, la combinazione delle due entità porterà all’ottenimento di importanti sinergie, oltreché a raggiungere una dimensione aziendale significativa, con ricavi aggregati di oltre 50 milioni di euro e l’opportunità di completare nuove acquisizioni nel settore. 

Le due società saranno controllate da Coffee Holding Spa, nel cui CdA siederà anche Carlo Luigi Salvadori, ex top manager di Nestlè e Lavazza con una consolidata esperienza nel mercato del caffè. 

mtm - 10293

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili