Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Danone, la batosta delle acque minerali sui conti del trimestre

Fatturato complessivo del 1° sem pari a 12,18 miliardi (-3,6%)

I risultati del secondo trimestre di Danone sono stati influenzati da un forte calo delle vendite di acqua in bottiglia, dato che i lockdown legati al Covid-19 in tutto il mondo hanno portato a un calo delle vendite di acque minerali, in particolare nel settore fuori casa. Danone possiede i principali marchi di acqua in bottiglia tra cui Evian, Volvic e Badoit, e le vendite nette registrate dalla divisione acque della società sono diminuite del 28% su base omogenea nel secondo trimestre, con volumi in calo del 12% e del 16,1% a valore. Danone afferma che le vendite si sono deteriorate in più mercati poiché la pandemia si è espansa in regioni che erano state relativamente inalterate prima del secondo trimestre. I canali fuori casa di solito rappresentano circa il 45% delle vendite d'acqua, ma le vendite fuori casa sono diminuite di quasi il 50% nel trimestre, rappresentando la maggior parte del calo dei ricavi complessivi della divisione. 

Le vendite complessive dell'azienda nel secondo trimestre sono diminuite del 5,7% su base annua a 5,94 miliardi di euro. Per la prima metà dell'anno, le vendite like-for-like sono diminuite del 3,6% a 12,18 miliardi di euro, mentre il reddito operativo del primo semestre dell'azienda è sceso a 1,70 miliardi di euro, un calo dell'8,7% rispetto alla cifra di 1,86 miliardi di euro dello scorso anno. 

Tuttavia, la divisione Essential Dairy and Plant-based (EDP) della società ha registrato un aumento del 3,1% delle vendite like-for-like nella prima metà dell'anno, con una solida crescita sia nel mercato nordamericano che in quello europeo. Anche l'attività di Specialized Nutrition dell'azienda ha registrato un aumento delle vendite del 2,7% durante il primo semestre.

agu - 13105

EFA News - European Food Agency
Simili