Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Arriva il primo olio extravergine di oliva italiano a impatto positivo

Grazie ad una start up di giovani imprenditori siciliani

Il primo olio extravergine di oliva italiano a impatto positivo è firmato Boniviri, la start up fondata a Catania nel 2020 da tre imprenditori siciliani under 30: Corrado Paternò Castello, Alessandra Tranchina e Sergio Sallicano. "La nostra missione è creare valore con il cibo", ha dichiarato Castello. "Chi ci sceglie non acquista soltanto un olio di oliva eccezionale, frutto del lavoro dei produttori siciliani, ma partecipa a un movimento che, attraverso la salvaguardia delle piccole imprese agricole, l’azzeramento delle emissioni di gas serra e lo sviluppo di prodotti ecologici, crea valore sociale e ambientale. I Boniviri (persone di valore) sono tutti coloro che aderiscono al nostro progetto, coltivatori, partner e consumatori, un progetto che, in futuro, prevede anche spezie, mandorle e miele".

Per raggiungere gli obiettivi sociali e ambientali, basati sugli Sdgs (Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite), la start up, con i coltivatori e i frantoi partner, sta analizzando le emissioni di gas serra generate lungo tutta la filiera, emissioni che verranno poi compensate con programmi di riforestazione. L’analisi riguarda anche il packaging che è stato ripensato per garantire elevati standard di qualità, sicurezza e sostenibilità: dalla bottiglia con alta percentuale di vetro riciclato, prodotta localmente, all’etichetta a basso impatto ambientale realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali. Le analisi e i risultati ottenuti verranno riportati nell’Impact Report, il documento che Boniviri, in quanto società benefit, redige ogni anno e pubblica sul sito internet.

Al progetto hanno già aderito diverse aziende agricole siciliane con le quali la start up svilupperà un protocollo per garantire qualità e omogeneità dei prodotti offerti, e assicurare la sostenibilità delle pratiche di produzione. Per soddisfare le nuove abitudini dei consumatori e raggiungere una clientela internazionale, i tre fondatori hanno puntato sul digitale aprendo un canale e-commerce in italiano e in inglese, dal quale è possibile acquistare facilmente il prodotto nei diversi formati e lanciando i canali social, Instagram e Facebook, che raccontano i prodotti attraverso i volti, le storie e le esperienze delle persone che partecipano al progetto. 

hef - 15126

EFA News - European Food Agency
Simili