It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Sale: che influenza ha sulla pressione arteriosa?

L'Efsa ne raccomanda 5 g al giorno; gli italiani ne consumano 9

In concomitanza con il Global Week for Action on NCDs, il Consiglio Europeo di Informazione sull’Alimentazione (EUFIC) ha pubblicato due analisi inerenti alle quantità di sale nell'alimentazione degli italiani, ed all'influenza che hanno sulla nostra pressione arteriosa.  L'ipertensione, un livello troppo alto della pressione arteriosa, è tra le principali cause di malattie mortali quali ictus o attacchi cardiaci. Queste rientrano nelle così dette malattie non trasmissibili (MNT), responsabili della più alta percentuale di decessi al mondo, il 70%. Inoltre, le MNT influiscono sulla disabilità, si palesano in età prematura e spesso sono inevitabili. 

Il consumo di sale gioca un ruolo fondamentale sul livello della pressione arteriosa. E' stato stimato che un uomo italiano consuma in media 9 g di sale al giorno, mentre in Europa ne vengono consumati dagli 8 g ai 12 g. Tra i paesi europei dove viene consumata una maggiore quantità di sale ci sono: Slovenia, Croazia e Repubblica Ceca. Qui, circa il 34% della popolazione soffre di ipertensione. Nel Regno Unito, in Finlandia e nei Paesi Bassi, il consumo di sale si attesta intorno ai 9 g giornalieri per persona. In questi paesi, al 23-26% della popolazione è stato diagnosticato un livello di pressione arteriosa troppo alto. 

La dose di sale giornaliera, raccomandata dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), è di 5 g per individuo. Tuttavia, gli uomini tendono a consumare una quantità maggiore di sale, in quanto in linea di massima mangiano più cibo in generale. 

L'innalzamento del livello della pressione arteriosa non è influenzato esclusivamente dal consumo di sale, ma possono incidere diversi fattori quali: la genetica, l'assunzione di farmaci, malattie ad organi come i reni. Alcuni studi dimostrano come la riduzione moderata di sale (dai 3 g ai 5 g), abbia un'influenza sulla pressione del sangue e possa aiutare i soggetti che soffrono di ipertensione. Una buona abitudine è leggere le etichette nutrizionali degli alimenti per capire la reale quantità di sale che li compone. 

hef - 13290

EFA News - European Food Agency
Similar