It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Contratti, Federalimentare boccia proposta della Uila

Vacondio: "Richiesta aumento di 250 euro incoerente e insostenibile"

"Apprendo con forte stupore le dichiarazioni rese dal Segretario Generale della Uila Uil riguardo all’elevatissimo incremento salariale di 250 euro al mese che tale sindacato vorrebbe proporre alla Flai-Cgil e alla Fai-Cisl in vista della predisposizione della piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto collettivo per l'industria alimentare, in scadenza nel novembre 2019", afferma Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare.

"In particolare - continua il presidente - mi preme evidenziare l’incoerenza e l’insostenibilità di fondo della richiesta presentata, in quanto essa risulta lontanissima dal vigente e atteso tasso d’inflazione e dal parametro oggettivo che le Parti Sociali hanno concordato formalmente nel recente Accordo interconfederale del 9.3.2018".

“Siamo certi - conclude Vacondio - che le dichiarazioni del sindacato siano il frutto di un “refuso” e che le parti sociali coinvolte si allineino a quanto già stabilito a livello confederale. Diversamente, il rischio è quello di un negoziato destinato a fermarsi ai blocchi di partenza".

agu - 5867

© EFA News - European Food Agency Srl