It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Nestlé, utili record nel 2018

Su del 40% grazie a mercati Usa e Cina e cessione asset

Utili in crescita del 40% per Nestlé. I proventi sono trainati dal mercato statunitense e cinese ma anche dalla cessione di alcuni asset che hanno avuto un effetto positivo dello 0,7%. L'ultima riga del conto economico della multinazionale elvetica, attiva per lo più nel settore alimentare, nel 2018 si è attestato a 10,1 miliardi di franchi svizzeri (10,03 miliardi di dollari), rispetto ai 7,2 miliardi dell'anno precedente. Il dato ha comunque deluso il consenso degli analisti che si aspettavano un utile di 11,27 miliardi. L'utile operativo rettificato è salito del 5,1% a 15,5 miliardi e il relativo margine è migliorato di 50 punti base al 17%.
I ricavi sono saliti del 2,1% a 91,44 miliardi in linea alla guidance fornita dall'azienda. Le vendite organiche hanno messo a segno un +3% che si compone per il 2,5% da un aumento dei volumi e per lo 0,5% da incrementi di prezzo. Anche questo dato incontra le aspettative dopo l'incremento del 2,4% del 2017, il più debole dalla metà dagli anni '90.
Per quanto riguarda la guidance, Nestlè si aspetta un continuo miglioramento delle vendite organiche e dei margini operativi del gruppo. 

"Siamo sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi del piano al 2020", ha affermato l'amministratore delegato Mark Schneider. Il dividendo ai soci sale di 10 centesimi a 2,45 euro per azione. Nestlé ha inoltre annunciato che intende anticipare di sei mesi rispetto al previsto (fine 2019) il completamento dell'attuale programma di buy-back su 20 miliardi di azioni grazie alla forte generazione di cassa. Il gruppo si attende costi di ristrutturazione di circa 700 milioni di franchi quest'anno. 

Infine, da Vevey fanno sapere che si stanno esplorando tutte le opzioni strategiche per il brand di salumi Herta, che vale poco meno di 700 milioni di franchi di ricavi. La valutazione, che comprende anche l'ipotesi di vendita, dovrebbe essere completata entro la fine del 2019.

agu - 6512

© EFA News - European Food Agency Srl