It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Basf rilancia la ricerca orticola

Il 19 febbraio inaugura lo stabilimento Nunhems ristrutturato, a S. Agata Bolognese

Ci sarà anche il presidente della Regione Emilia Romagna a inaugurare la nuova sede del Centro di Ricerca & Sviluppo Breeding di Basf, il più importante in Italia nel settore della ricerca e dello sviluppo di specie orticole, il 19 febbraio a S. Agata Bolognese. Una struttura tecnologicamente all'avanguardia composta da 13 serre, oltre 3.000 mqdi uffici, un laboratorio di fitopatologia che svolge le analisi sui diversi patogeni e oltre 1.000 ettari di terreno.

Si tratta della struttura di ricerca di Nunhems Italia, ex Bayer, che Basf ha acquisito lo scorso anno, dopo che l'antitrust europeo aveva imposto la cessione di vari asset per approvare l'operazione di fusione Bayer-Monsanto. 

Basf consolida cosi la propria presenza in Emilia-Romagna, una regione che ospita oltre 400 dei 1400 dipendenti del Gruppo in Italia e 3 sedi, di cui quella di Pontecchio Marconi che è il principale stabilimento produttivo del Paese.

Nunhems, che a livello internazionale vanta un business di successo nell’industria delle sementi con 24 colture e circa 2.600 varietà, in Italia opera da più di trent’anni e oggi ha un’organizzazione di 80 collaboratori, di cui oltre 40 impegnati in R&D. 

In occasione dell'acquisizione, perfezionata lo scorso agosto, Alberto Ancora, Head of Business Management Agricultural Solutions South Europe di Basf, aveva dichiarato: "Siamo davvero orgogliosi di poter dare il benvenuto ai nuovi colleghi di Nunhems all’interno del nostro team. Questa operazione ha un valore particolarmente significativo per il mercato italiano, dove le colture orticole costituiscono un’eccellenza e ci offre nuove opportunità di crescita e sviluppo. L’ingresso di una realtà di comprovato successo e innovazione amplia l’offerta di soluzioni BASF per l’agricoltore: con oggi i nostri clienti avranno accesso ad un numero ancora maggiore di strumenti e competenze professionali per incrementare resa, qualità e redditività del raccolto”.

agu - 6517

© EFA News - European Food Agency Srl