It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Cavalieri del Lavoro, industria del food protagonista

Vacondio: "Un riconoscimento importante per le eccellenze alimentari Made in Italy"

Come da consuetudine, in coincidenza con la Festa del Repubblica, il Presidente Sergio Mattarella ha annunciato la nomina dei nuovi Cavalieri del Lavoro. E nell'elenco delle 25 personalità insignite dell'onorificenza, ben 9 appartengono all'industria alimentare, alla grande distribuzione e alla ristorazione. Sono Guido Barilla, e Giuseppe Lavazza, rispettivamente presidente e vicepresidente degli omonimi gruppi, a cui si aggiungono il "re del bergamotto calabrese" Giovanni Francesco Capua, presidente di Capua 1880, Riccardo Felicetti, ad dell'omonimo pastificio trentino, Luciano Rabboni, ad di Pregel, l'azienda di Reggio Emilia leader nel settore degli ingredienti e semilavorati per gelateria, pasticceria, yogurteria e coffee shop, Martino Verga, presidente del gruppo Sacco System, polo biotech per le industrie alimentari e farmaceutiche, e Francesco Pugliese, ad di Conad. 

Ma va segnalato che altri due neo-cavalieri hanno aziende con forti legami col settore alimentare. Sono Nicola Piovan, presidente di Piovan Spa, leader nello sviluppo e produzione di sistemi ausiliari di automazione per lo stoccaggio, trasporto e trattamento di polimeri, polveri plastiche e alimentari, e Carlo Giulietti, presidente della Isa Spa, azienda umbra leader nell’arredamento di bar, caffetterie, gelaterie e pasticcerie con gli speciali banchi per la refrigerazione professionale.

"La nomina dei nuovi Cavalieri del Lavoro assegnata ad alcuni degli imprenditori che rappresentano l'eccellenza dell'industria alimentare italiana ci riempie di orgoglio e testimonia la sua centralità nell'economia italiana", ha detto Ivano Vacondio, Presidente di Federalimentare. "Come rappresentante della federazione che raggruppa le aziende dell'industria alimentare italiana conosco bene il loro valore e quello degli imprenditori che le guidano. Per questo, fin dall'inizio della mia presidenza, ho speso molte parole sull'importanza che anche le istituzioni riconoscessero il grande contributo che le imprese alimentari portano al Paese in termini economici, di prestigio e occupazionali e le nomine di Mattarella sono un'importante conferma in tal senso".

agu - 7897

© EFA News - European Food Agency Srl