It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Kraft Heinz, non si arresta la frana dei conti anche nel primo semestre

Il colosso Usa ha realizzato ulteriori svalutazioni di asset per 1,22 mld di dollari

Kraft Heinz ha pubblicato i risultati finanziari del primo semestre 2019, chiuso al 30 giugno. Il passaggio era molto atteso, dopo che a febbraio il gruppo Usa aveva pesantemente svalutato alcuni dei suoi marchi e asset per 15,4 miliardi di dollari, puntualizzando che la Securities and Exchange Commission aveva aperto un'indagine sulle pratiche contabili della società.

Kraft Heinz ha spiegato di aver dovuto contabilizzare ulteriori oneri di svalutazione pari a 1,22 miliardi di dollari. Nello specifico la multinazionale statunitense del settore alimentare e delle bevande ha registrato oneri di svalutazione per 744 milioni di dollari relativi a diverse controllate e di aver ulteriormente contabilizzato un onere da 474 milioni di dollari legato al "rischio percepito dai mercati nella valutazione della società".

Entrando nel dettaglio dei conti, le vendite di Kraft Heinz sono calate del 4,8% nel 1° semestre, a 12,37 miliardi di dollari. Quelle organiche, che escludono fluttuazioni della valuta e l'impatto dei deal, sono invece scese dell'1,5%.

"Il livello del declino" dei ricavi "che abbiamo sperimentato nel 1° semestre è una cosa che non possiamo ritenere accettabile andando avanti", ha affermato l'amministratore delegato Miguel Patricio.

L'Ebitda adjusted è calato del 19,3% rispetto allo stesso periodo del 2018, attestandosi a  $3.0 miliardi, includendo un contributo negativo dai cambi del 3,3%.

L'utile netto si è attestato a 854 milioni di dollari, pari a 70 centesimi ad azione, rispetto ai 1,76 mld di dollari, pari a 1,43 dollari ad azione, dello stesso periodo dello scorso anno.

agu - 8672

© EFA News - European Food Agency Srl