It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Tenute Rubino: un progetto per valorizzare il vino pugliese

Intervista esclusiva con Luigi Rubino

Un progetto produttivo diventato uno degli emblemi del nuovo corso della viticoltura Born in Puglia, riconosciuto per la sua capacità di innovare una tradizione enologica con modernità e passione

In primo piano le nuove annate, la nuova cantina e i passi per valorizzare i vitigni autoctoni della Puglia. Luigi Rubino, titolare di Tenute Rubino, illustra in particolare il progetto Susumaniello, la varietà tipica dell’agro brindisino, che ha rischiato di scomparire per via della sua incostanza produttiva. Il vigneto di Jaddico, lungo la dorsale adriatica, è diventato sin dagli esordi, il fulcro di un programma di rilancio e valorizzazione di questo vitigno che ha coinvolto sia lo staff agricolo che quello di cantina. Una ricerca e un confronto continuo quello tra Luigi Rubino e l’enologo Luca Petrelli, che hanno permesso all’azienda brindisina di specializzarsi sul Susumaniello rivelandone versatilità produttiva, eleganza e qualità attraverso etichette apprezzate dai consumatori e premiate dalla critica enologica internazionale. “Il Susumaniello  - commenta Luigi Rubino - in questi anni ci ha permesso di raggiungere obiettivi importanti. La sua ecletticità produttiva ci ha permesso di dare vita a vini freschi e attuali, con i quali abbiamo risposto alle nuove esigenze espresse dai consumatori di tutto il mondo, senza rinunciare alla nostra identità produttiva”.

Guarda il video:

mtm - 8976

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar