It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

L'espresso italiano diventerà patrimonio dell'umanità?

Intervista col Presidente del consorzio del caffè espresso italiano tradizionale, Giorgio Caballini di Sassoferrato

L'appuntamento è il 3 dicembre, a Montecitorio, dove il Consorzio per la tutela del Caffè espresso italiano tradizionale, guidato dall’imprenditore trevigiano Giorgio Caballini di Sassoferrato, presidente di Dersut Caffè, lancerà ufficialmente la candidatura del caffè italiano all'Unesco come patrimonio immateriale dell'umanità, in attesa di un incontro ufficiale con la ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova. "Rappresentiamo tutta la filiera degli operatori del settore, dal Gruppo italiano torrefattori, ai produttori di caffè e macchine per il caffè e altre attrezzature inerenti la produzione ed erogazione della bevanda, fino alla Federazione italiana pubblici esercizi", ha detto il presidente in questa intervista esclusiva con EFA News. 

Il percorso di candidatura a patrimonio immateriale dell’Unesco era iniziato nel marzo del 2016. Oltre al presidente del consorzio, all'incontro alla Camera dei deputati interverranno Luca Fabbri, di Icomos (l'organismo che supporta l'Unesco nella scelta delle candidature), e il sociologo Massimo Cerulo dell'Università di Perugia. Tra i politici saranno presenti gli onn. Maria Chiara Gadda, Filippo Gallinella, Federico Fornaro, Franco Manzato, Flavia Piccoli Nardelli, Roberto Pella e Luca De Carlo

Guarda il video:

agu - 9783

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar