It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Asahi, il tocco italiano per la birra giapponese più famosa

Focus sullo stabilimento produttivo di Padova, uno dei più avanzati al mondo

Asahi Super Dry, la birra super premium più venduta nei Paesi del Sol Levante, ha scelto lo stabilimento Birra Peroni di Padova come hub per la produzione di birra destinata all'esportazione. Lo stabilimento è dotato dei più elevati standard tecnologici e qualitativi necessari alla produzione di questa birra, ed è in grado di rispettarne l’autentica e super segreta ricetta giapponese. Le innovazioni produttive hanno permesso allo stabilimento di adeguare gli standard qualitativi e di processo a quelli della casa madre in Giappone per la produzione di Asahi Super Dry. Lo stabilimento di Padova era confluito, con tutti gli asset Peroni, in Asahi in occasione dell'acquisizione del 2016.

Il sito padovano ha superato i rigorosi controlli di qualità degli esperti giapponesi a tutti gli stadi della produzione, dalla lavorazione delle materie prime agli impianti in sala cottura, dalla gestione di lievito ai laboratori con capacità di tracciabilità genetica, dal reparto sanitizzazione operatori al confezionamento. Recentemente, nel mese di giugno, sono stati inaugurati i nuovi impianti di fermentazione, che rappresentano una grande esperienza industriale italiana capace di essere presente e distinguersi non solo sul mercato domestico, ma anche sulla scena internazionale. Negli ultimi 3 anni infatti Asahi ha investito oltre 60 milioni euro, che hanno consentito di aumentare la capacità produttiva di Asahi Super Dry non solo a Padova - che esporta il 61% della produzione soprattutto verso l’Europa, ma anche a Roma - che esporta verso gli USA, e Bari - che esporta verso Est.

L’Italia diventa quindi un punto di riferimento di calibro europeo e gli stabilimenti di  Roma, Bari e Padova hanno raggiunto nel 2018 per la prima volta il massimo storico di oltre 6 milioni di ettolitri. Un terzo della produzione (2,1 milioni di ettolitri) è stata esportata, un aumento dell’11% rispetto all’anno precedente. Lo stabilimento di Padova nel 2018 ha prodotto 1,7 milioni di ettolitri.

Silvia Aloe, External Communication & PR di Birra Peroni, spiega i microfoni di EFA News le strategie che hanno portato al potenziamento dello stabilimento patavino.

Guarda il video:

agu - 9846

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar