It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Commercio, Confimprese registra ancora dati preoccupanti

Il fatturato della ristorazione in forte calo anche a luglio

Ancora un luglio negativo a distanza di oltre due mesi dalla fine del lockdown. La ristorazione si conferma maglia nera del commercio con un totale vendite che nelle ultime due settimane di luglio sfiora quasi il -40% rispetto al 2019, e conferma i trend negativi del mese precedente. Male anche il non food (abbigliamento, accessori, beauty, cura persona) che chiude a -23%. Sono i dati che emergono dal Centro Studi Confimprese che ha svolto la consueta indagine nei settori ristorazione e non food nella seconda quindicina di luglio, confermando l’andamento negativo già rilevato nella prima quindicina del mese. 

"Il commercio è in grave difficoltà – conferma Mario Resca, presidente Confimprese -. Non sono solo la mancanza di liquidità e la paura del contagio che frenano gli acquisti, ma anche il perdurare dello smart working, che tiene le persone lontane dagli uffici e cambia le abitudini di acquisto. Ma a pesare è anche l’ostacolo della burocrazia che, secondo l’Indice annuale della Banca Mondiale, relega l’Italia al 58esimo posto su 190 Paesi. La riforma della burocrazia promessa da decenni non arriva. Ci aspettiamo dal Governo una svolta seria in tal senso".

Le regioni che perdono meno rispetto alle perdite di cui sopra sono Lombardia, Lazio, Toscana ed Emilia Romagna. Risultati deludenti per Friuli e Piemonte.

agu - 12884

EFA News - European Food Agency
Similar