It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Pesca: primi risultati positivi contrasto al bracconaggio ittico nel fiume Po

Consulta interregionale Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto

Il bracconaggio ittico, un problema serio e annoso che investe il fiume Po, è sempre più contrastato dalle misure adottate dalla consulta interregionale per la pesca e la gestione del patrimonio ittico del fiume, il tavolo permanente costituito dalle regioni: Emilia-Romagna, Piemonte Lombardia e Veneto. La consulta nasce con l’obiettivo di adottare interventi condivisi per il miglioramento delle specie ittiche e il potenziamento di azioni di legalità lungo l’asta del fiume. Promuove la pesca sostenibile, che monitora e affronta in modo unitario e coordinato, la gestione della pesca, e attività eco-sostenibili, oltre a potenziare le azioni di legalità volte al contrasto del bracconaggio

I risultati positivi delle prime azioni di contrasto al bracconaggio, cominciate a inizio estate, sono emersi questa mattina, durante l’incontro in videoconferenza della consulta interregionale, a cui hanno partecipato, oltre all’assessore regionale alla pesca, Alessio Mammi, anche i rappresentanti delle prefetture dei territori di riferimento e i tecnici di tutte le strutture regionali. Mammi ha commentato: "Questo è un esempio fattivo di come, quando l’obiettivo è comune, insieme si possano raggiungere buoni risultati. Si tratta di azioni che proseguiranno anche nei prossimi mesi, con un piano più strutturato e condiviso con tutti i soggetti coinvolti, stabilendo azioni e cercando di condividerle”. 

Oltre al contrasto del bracconaggio l’incontro ha dato riscontro positivo anche sull’attività di armonizzazione e coordinamento per le attività di pesca portate avanti dalla consulta e che permetteranno di attivare azioni per uniformare e strutturare sempre meglio i monitoraggi e i controlli nel più grande fiume italiano.

hef - 14568

EFA News - European Food Agency
Similar