It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Mondo della birra: come affrontare l'emergenza economica

Interventi di Michele Cason e Alfredo Pratolongo (Assobirra) e Luciano Sbraga (Fipe)

"Le proposte per il rilancio": è stato questo il tema dell'incontro promosso in streaming da Assobirra lo scorso 28 ottobre (vedi EFA News del 28/10/2020) per affrontare la gravissima crisi che il Covid-19 ha innescato nel settore della ristorazione e del catering e, di conseguenza, sui consumi della birra, un segmento alimentare che nel nostro paese genera un valore condiviso di 9,2 miliardi di euro, pari allo 0,52% del pil italiano (dati dal report 2019 della Fondazione Birra Moretti). Nel servizio video sono riassunti gli interventi di Michele Cason, Presidente di Assobirra, di Alfredo Pratolongo, vicepresidente di Assobirra, e di Luciano Sbraga, videdirettore genarle della Fipe, "in diretta" da una manifestazione nazionale dei ristoratori.

In sintesi, sono due le principali proposte di supporto all’intera filiera: una riduzione delle accise da un lato, e un sostegno immediato al canale Ho.Re.Ca. dall’altro. Michele Cason, presidente di Assobirra, ha commentato: "Il comparto ha generato una ricchezza tale da diventare uno dei settori strategici della nostra economia. Questo valore non può andare disperso e, anzi, va valorizzato affinché la filiera birraria possa essere uno dei pilastri strategici su cui costruire una roadmap chiara per affrontare la crisi attuale".

Nel nostro paese, la birra è l’unica bevanda da pasto a pagare le accise. Si tratta di una tassa regressiva e dunque ha un’incidenza maggiore sulle birre più popolari e un peso inferiore su quelle di fascia alta. Assobirra ha espressamente chiesto un intervento strutturale che, mediante la riduzione delle accise dall’attuale soglia di 2,99 Euro per ettolitro e per grado plato di birra, consenta al comparto di rimanere competitivo. Alfredo Pratolongo, vicepresidente dell'Associazione, ha sottolineato come l'innovazione nel settore è avvenuta nel momento in cui le accise hanno subito un ritocco verso il basse dell’1,7% che ha permesso più investimenti e più innovazione.

Come seconda proposta per il rilancio del settore, Assobirra chiede un sostegno immediato al canale Ho.Re.Ca. tramite un apporto concreto di liquidità destinato ai punti di consumo. "Va studiata sin da ora una misura volta ad accompagnare la riapertura in toto dei locali, quando avverrà, volta a sostenere in maniera concreta i gestori. Tra le ipotesi sul tavolo: il riconoscimento di un credito di imposta sulla birra alla spina che ne migliori la marginalità". Infine Pratolongo suggerisce un'attenzione particolare alla birra alla spina, che consentirebbe di agire in modo mirato aiutando chi è stato più colpito, ad esempio le oltre 125.000 pizzerie in Italia. "Inserire un credito di imposta per la birra alla spina è una delle possibili soluzioni pratiche e applicabili concretamente, che porterebbe benefici proporzionali e consentirebbe agli esercenti di migliorare i margini e far fronte così al calo drastico dei consumi”, conclude il vicepresidente.

Guarda il video:

agu - 14766

EFA News - European Food Agency
Similar