It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Barbera d'Asti Docg, una ricchezza per il territorio

La ricerca della Fondazione Qualivita

Il Consorzio ha diffuso i dati del 2020 del comparto che, nonostante tutto, reagisce alle limitazioni. I dati raccolti registrano una di diminuzione considerevole delle giacenze. In sostanza, il vino viene consumato malgrado il sostanziale blocco dei canali Horeca.

Una ricerca, realizzata dalla Fondazione Qualivita per il Consorzio di tutela della Barbera Docg, vini d'Asti e del Monferrato, ha evidenziato come i Consorzi di tutela siano strumenti di organizzazione e sviluppo che permettono di trovare soluzioni di crescita significative per tutto il territorio (vedi EFA News del 19/11/2020). La Barbera d’Asti Docg nel 2019 ha visto attestare a 21 mln di Euro il valore della sua produzione certificata sfusa, a fronte di 164 mila hl di prodotto a denominazione, frutto del lavoro di oltre 3.000 operatori (circa il 30% di quelli piemontesi), disposti in 167 comuni tra le province di Asti e Alessandria. Il valore della produzione certificata sfusa è cresciuto del +28% nel corso ultimi 5 anni, quasi dieci punti in più del valore relativo a tutta la produzione a denominazione d’origine del Piemonte. 

Il Consorzio intanto ha diffuso anche i dati del 2020 del comparto che, nonostante tutto, reagisce alle limitazioni. I dati raccolti dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, alla data 31 ottobre 2020, registrano una di diminuzione considerevole delle giacenze (-34.684 ettolitri rispetto al 31 ottobre 2019), con la Barbera d’Asti in testa a -16.768 ettolitri. In sostanza, il vino viene consumato malgrado il sostanziale blocco dei canali Horeca, che rappresenta certamente il principale spazio di commercializzazione. Bene anche i dati sull’imbottigliamento. Qui i numeri sono addirittura i più alti dell’ultimo triennio, con un +1% sulla stessa data del 2019. Spiccano i numeri complessivi del Piemonte Doc in generale (+9,3%, pari a un incremento di 2.643.001 bottiglie) e del Piemonte Barbera in particolare (+13,2%, pari a un incremento di 2.117.920 bottiglie).

In questo servizio, i ricercatori della Fondazione Qualivita Chiara Fisichella e Giovanni Gennai illustrano i contenuti della ricerca.

Guarda il video:

agu - 14913

EFA News - European Food Agency
Related
Similar