It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

"Giornata Mondiale del Suolo": le proposte da "Farming For Future"

Decalogo del Cib per la conversione agroecologica dell’agricoltura

In occasione della "Giornata mondiale del suolo 2020", il Cib (Consorzio Italiano Biogas), ha ribadito la centralità del suolo per la riconversione agroecologica dell’agricoltura italiana, obiettivo del progetto “Farming For Future. 10 azioni per coltivare il futuro”, e lancia l'invito all’utilizzo di digestato come fertilizzante organico. Il digestato, prodotto dalla digestione anaerobica di sottoprodotti, effluenti zootecnici e colture di secondo raccolto, utilizzato in agricoltura come fertilizzante organico è essenziale per restituire nutrienti al suolo e ridurre l’uso di fertilizzanti chimici. Inoltre, grazie al digestato si forniscono al terreno non solo azoto, fosforo e potassio, ma anche importanti quote di carbonio organico permettendo di aumentare la fertilità del suolo, contrastando così il rischio di desertificazione.

Nel sud d’Italia la maggior parte dei terreni coltivati ha una dotazione di sostanza organica inferiore all’1%. A ciò va aggiunta la degradazione nelle aree in cui non vengono applicate pratiche agricole volte alla conservazione del suolo, dove l’erosione ne riduce la produttività e la fertilità fino alla perdita irreversibile di superfici coltivabili. Piero Gattoni, presidente del Cib, commenta: "Tutela e ripristino della qualità dei nostri terreni, contrasto ai cambiamenti climatici e produzioni agricole di qualità trovano nella fertilizzazione organica una soluzione dagli effetti positivi rilevanti e di facile applicazione”.

Sinergia e convergenza fra Biogasfattobene e i principi dell’agricoltura biologica sono state le basi del lavoro di confronto tecnico che ha portato Cib e FederBio alla redazione nel 2018 delle "Linee guida per l’utilizzo agronomico del digestato in agricoltura biologica". Su questo tema, in diretta sulla pagina Facebook del Consorzio, Gattoni si è confrontato con Maria Grazia Mammuccini, presidente di FederBio, la quale dichiara: "Ne suolo si concentra il 90% della biodiversità del pianeta. Un terreno degradato riduce la sua capacità di mantenere e immagazzinare carbonio, contribuendo a innescare o potenziare minacce globali quali il cambiamento climatico. Adottare le giuste pratiche agronomiche e garantire il costante reintegro di sostanza organica al terreno, in particolare nelle aziende e nei territori dove è venuto meno l’allevamento degli animali, rende molto interessante l’impiego del digestato 'fatto bene', mantenendo saldi i principi e le regole del biologico. Per questo il protocollo d’intesa siglato con Cib nel 2018 è importante e ha già consentito di realizzare linee guida per la produzione di digestato conformi ai principi del bio. Adesso occorre che la collaborazione continui per mettere a punto anche ulteriori indicazioni pratiche per la corretta gestione agronomica nell’impiego del digestato attivando anche supporti di formazione e consulenza utili per gli agricoltori bio italiani”.

hef - 15308

EFA News - European Food Agency
Similar