It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Suolo: trattenere Co2 per combattere il cambiamento climatico

Un progetto del Creaf e cantine Jean Leon

Il Creaf di Barcellona (Centre de Recerca Ecològica i Aplicacions Forestals) è al lavoro insieme alle cantine Jean Leon, produttori del marchio di vino Familia Torres, per studiare la capacità del suolo dei vigneti di assorbire l'anidride carbonica dell'atmosfera (Co2) e combattere la crisi climatica. Attraverso uno studio triennale in un vigneto biologico di Jean Leon nella regione della Catalogna, il progetto vuole stabilire quali tipi di colture consentono al suolo di immagazzinare la maggior quantità di carbonio. Il progetto è iniziato questo inverno con la semina di quattro diverse specie di graminacee e leguminose attorno alle viti e tra i filari su mezzo ettaro di terreno. Il ruolo di Creaf è quello di eseguire il campionamento e le analisi necessarie per determinare la quantità di carbonio presente nel suolo prima e dopo la semina annuale delle colture di copertura. Jean Leon, invece, si occuperà dei lavori agricoli inerenti alla semina ed alla gestione del vigneto.
 
"Utilizzare il suolo dei vigneti per immagazzinare Co2 è una grande opportunità per ridurre la concentrazione di gas nell'atmosfera", afferma Jordi Sardans, ricercatore Creaf e coordinatore dello studio. “Inoltre, questa soluzione non si limita alla viticoltura; può essere applicata a qualsiasi tipo di coltura ed ha effetti benefici anche sulla qualità del suolo”, continua. "Oltre alla nostra viticoltura biologica presso Jean Leon, tutte le cantine Familia Torres stanno lavorando per ridurre le emissioni di Co2 derivanti dalla nostra attività", osserva Mireia Torres, direttore generale di Jean Leon. Lo studio è in sinergia con Coppereplace, un progetto del programma europeo Interreg Sudoe a cui Jean Leon e Familia Torres stanno lavorando con l'università di Lleida per testare colture di copertura e pacciamatura vegetale, nonché per sperimentare alternative al rame, con lo scopo ultimo di promuovere la sostenibilità e la biodiversità.
 
Vari studi hanno dimostrato che il suolo dei terreni coltivati può essere utilizzato per immagazzinare Co2 in modo organico, al fine di rallentare l'aumento dei livelli di gas e, di conseguenza mitigare il cambiamento climatico. Gli scienziati calcolano che il suolo della Terra attualmente contiene tre volte più carbonio di tutta la vegetazione del pianeta e il doppio di quanto è presente nell'atmosfera. Nel caso specifico dei vigneti, le principali pratiche attraverso le quali il carbonio viene immagazzinato nel terreno sono: l'applicazione di compost organico, l'uso di piante (seminate o autoseminate) come copertura del terreno e l'aggiunta di rifiuti di potatura verde nel terreno.

hef - 17029

EFA News - European Food Agency
Similar