It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Orangutan Land Trust aderisce all'Unione olio di palma sostenibile

Allocca: "Condividiamo l'obiettivo di promuovere la transizione verso la piena sostenibilità della filiera"

Orangutan Land Trust (olt), l’organizzazione non governativa guidata da Michelle Desilets, esperta impegnata nella conservazione degli oranghi da oltre 25 anni, aderisce in qualità di membro sostenitore all’Unione Italiana per l’olio di palma sostenibile per promuovere la produzione ed il consumo responsabile dell’olio di palma. La notizia arriva in occasione della giornata internazionale delle foreste celebrata il 21 marzo per sottolineare l’importanza e il ruolo delle coltivazioni sostenibili per la tutela delle foreste e della biodiversità. Proprio quest’anno ha inizio il decennio che l’Onu dedica al ripristino degli ecosistemi, per invitare tutti i paesi ad un maggiore sforzo verso un rapporto più equilibrato tra uomo e natura. Si concluderà nel 2030, traguardo fissato dalle Nazioni Unite per il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

"Siamo davvero onorati di poter collaborare con un'organizzazione così autorevole per diffondere informazioni corrette su un tema molto complesso, dove le generalizzazioni e i luoghi comuni spesso prevalgono", ha commentato il presidente dell'unione Giuseppe Allocca. "L'unione italiana per l'olio di palma sostenibile e Olt condividono l'obiettivo di promuovere la transizione verso la piena sostenibilità della filiera dell'olio di palma. L’Italia è a buon punto in questo percorso, circa il 92% dell’olio di palma utilizzato dall’industria alimentare, ad esempio, è già certificato Rspo".

Desilets ha commentato: "L'olio di palma prodotto in modo convenzionale ha avuto effetti disastrosi per gli oranghi e il loro habitat naturale. Per assicurare la loro sopravvivenza è fondamentale rendere tutta la filiera sostenibile e 'deforestation free'. La cosa più importante che noi tutti possiamo fare per la conservazione degli oranghi è domandare esclusivamente olio di palma prodotto in modo sostenibile. La nostra esperienza ci conferma infatti che gli oranghi che vivono in paesaggi frammentati possono trarre beneficio dalle pratiche di coltivazione sostenibili poste in essere dai produttori più responsabili”.

“Per raggiungere questi obiettivi", prosegue Desilets, "è essenziale che la differenza sostanziale tra olio di palma certificato sostenibile e olio di palma convenzionale sia ben compresa a tutti i livelli (coltivatori, produttori, istituzioni, media e consumatori finali) e porre fine alle campagne di boicottaggio, considerate controproducenti dalla scienza e dalle Ong. Sia i principi e criteri dell'Rspo che la Carta Poig vietano la deforestazione fissando standard per la protezione delle zone ad alto valore di conservazione e proibiscono di arrecare danno, catturare e uccidere specie rare, minacciate o a rischio di estinzione. In linea con il nostro lavoro di sensibilizzazione degli zoo e delle Ong a livello mondiale sulla questione dell'olio di palma sostenibile lavoreremo con l’unione per coinvolgere più zoo e Ong italiane nella nostra campagna. Questa collaborazione offre maggiori opportunità per raggiungere non solo i consumatori, ma anche le aziende di marca e della distribuzione commerciale che acquistano olio di palma”. 

Orangutan Land Trust promuove soluzioni sostenibili per garantire aree forestali sicure per gli oranghi ed è da tempo in prima linea nel promuovere la produzione sostenibile dell’olio di palma. Olt è membro della Roundtable on Sustainable Palm Oil (Rspo), l’ente di certificazione istituito nel 2004 per guidare la trasformazione della filiera. Desilets collabora volontariamente con numerosi gruppi di lavoro, task force, comitati consultivi ed è uno dei componenti del Complaints Panel di Rspo, chiamato a valutare le segnalazioni di infrazione degli standard Rspo. Olt è anche membro del Palm Oil Innovation Group (Poig) e partner della Pongo (Palm Oil and Ngo) Alliance, un'alleanza tra coltivatori di palma da olio, industrie e Ong che porta avanti progetti di conservazione all’interno delle concessioni di palma da olio. E anche tra i promotori della piattaforma Sustainable Palm Oil Choice (Spoc).

hef - 17810

EFA News - European Food Agency
Similar