It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Consorzio Agribologna rinnova le cariche sociali

Franco Linguerri succede a Lauro Guidi nella presidenza. Nuovo cda

A seguito dell’Assemblea dei soci tenutasi nei giorni scorsi, vengono rinnovate le cariche sociali del Consorzio Agribologna, capogruppo del Gruppo omonimo, attivo nella produzione e distribuzione di ortofrutta in Italia. Franco Linguerri è il nuovo presidente che succede a Lauro Guidi, il quale assume la carica di consigliere delegato. Marco Tagliavini è stato riconfermato vicepresidente. Il Consorzio Agribologna è nato a Bologna oltre 20 anni fa, nel 1997, dall’unione di sei cooperative e trasformatasi poi nel 1998 in Organizzazione di produttori (Op). Il Gruppo ha un portafoglio di 2.500 clienti nei canali GDO, ristorazione commerciale, collettiva e retail tradizionale; un fatturato stimato per il 2020 a 183 mln (totale Gruppo), e 110 soci agricoltori con 3.500 ettari di superfici coltivate, 21 piattaforme attive in Italia e 2 in Europa, 35.000 mq di magazzini refrigerati e 240 dipendenti. 

 “È un vero onore e una grande responsabilità assumere questo ruolo -è il commento di Linguerri-. Lo è ancora di più pensando a chi mi ha preceduto e assume oggi la carica di consigliere delegato. Ringrazio sentitamente Lauro Guidi per il prezioso impegno svolto negli anni alla guida del Consorzio. Abbiamo alle spalle mesi certamente non facili. Le sfide del Covid si sono sovrapposte fra l’altro agli scenari dettati dal clima, nonché dal regime dei prezzi, troppo spesso al di sotto dei costi di produzione e poco gratificanti per i produttori, se paragonati all’impegno richiesto per garantire la qualità e la salubrità dei nostri prodotti. Guardiamo al futuro, con moderato ottimismo sostenuti dalla fiducia accordata dai nostri soci che giornalmente sono impegnati a produrre per soddisfare le aspettative dei nostri consumatori. Puntiamo, come sempre è stato per Agribologna, alla ricerca e innovazione della produzione, con l’obiettivo di mettere a disposizione sia dei clienti che dei consumatori, prodotti che rispondano ad elevati standard di qualità e salubrità e nel rispetto dell’ambiente, al fine di dare un futuro più stabile alla nostra agricoltura. cardine fondamentale dell’economia del nostro Paese”.

"Il nuovo corso della nostra azienda -commenta Guidi-, sarà in continuità con il passato; la funzione della cooperativa è quella di generare la massima valorizzazione dei prodotti conferiti dai soci, pur in un contesto di mercato che non sempre ci è favorevole, tuttavia con il costante impegno della struttura aziendale riusciremo a creare valore per i soci nel rispetto di un principio che non va mai dimenticato: la cooperativa deve essere sempre a servizio del socio e non viceversa”. 

SaM - 20070

EFA News - European Food Agency
Similar