It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Jde (caffe Hag e Splendid) chiude impianto torinese

I sindacati insorgono. E' sciopero

Flai Cgil, Uila Uil e Rsu: "La chiusura una scelta scellerata perché nello stabilimento di Andezeno si producono due prodotti storici per il mercato italiano, il caffè Splendid e l’Hag, si licenziano tutti i dipendenti e si spostano le produzioni negli altri stabilimenti europei"

Jacobs Douwe Egberts (Jde), la multinazionale olandese nata nel 2015 dal matrimonio fra Demb 1753 e  Mondelēz International, "la più grande compagnia pure play a livello mondiale nel settore del caffè" come essa stessa si definisce, ha comunicato ieri in una scarna nota la chiusura del sito di Andezeno, nel torinese : 

"Jde cerca costantemente di evolversi per soddisfare le abitudini dei clienti e dei consumatori a livello globale. Negli ultimi anni, la domanda di caffè tostato e macinato ha continuato a calare in tutta Europa a causa dello spostamento delle preferenze di tanti consumatori verso i nuovi e più pratici formati a capsule e cialde. Questo elemento ha creato problemi di sovraccapacità all’interno del network produttivo europeo relativo al caffè tostato e macinato di Jde. A seguito di un’attenta valutazione di tutte le alternative, Jde con rammarico ha informato le Organizzazioni sindacali locali dei suoi piani di chiusura del proprio stabilimento di Andezeno in Italia. Jde riconosce il costante impegno delle 57 persone che compongono lo staff di Andezeno, le quali hanno dimostrato un alto livello di resilienza e imprenditorialità a fronte dello spostamento delle abitudini dei consumatori.

La società è consapevole dell’impatto che questa decisione avrà sui dipendenti locali, le loro famiglie e la comunità di Andezeno ed è impegnata a lavorare a stretto contatto con i rappresentanti sindacali per identificare, minimizzare e risolvere le implicazioni sociali legate alla chiusura del sito. Jde considera importante e unico il mercato del caffè italiano e continuerà ad attribuirgli un ruolo chiave all’interno dei futuri piani di crescita della società".

Sembra dunque già avviata la procedura di licenziamento collettivo in vista della cessazione di tutte le attività dal primo gennaio 2019. Le organizzazioni sindacali hanno proclamato due giornate di sciopero per martedì e mercoledì prossimi. Per le sigle Flai Cgil, Uila Uil e Rsu -che chiedono il ritiro della procedura di licenziamento e l'immediata riapertura di un tavolo sindacale per  giungere a soluzioni e risposte che prevedano il mantenimento dell’occupazione nell’unico stabilimento Splendid e Hag in Italia- la chiusura dell'impianto è una scelta scellerata "perché in quello stabilimento si producono due prodotti storici per il mercato italiano, il caffè Splendid e l’Hag, si licenziano tutti i dipendenti e si spostano le produzioni negli altri stabilimenti europei. Si aprirà un grosso problema per i 57 dipendenti e per un territorio che già ha gravi problemi occupazionali" Le OoSs chiedono anche l’attivazione dei tavoli istituzionali a partire dalla Regione Piemonte.  

ClaMos - 4770

© EFA News - European Food Agency Srl