It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Manovra, per l'on. Gadda plastic e sugar tax sono da rivedere

Intervento alla Camera nel dibattito sull'approvazione della legge finanziaria

“Curioso ricevere lezioni da chi, come la Lega, questa estate è scappato di fronte alla responsabilità di fare la legge di bilancio e lasciando il fardello di 23 miliardi di clausole di salvaguardia sull’IVA, a causa di scelte recessive e inique come quota 100 e reddito di cittadinanza". L'ha detto l'on. Maria Chiara Gadda, capogruppo di Italia Viva in Comagri, intervenendo oggi alla Camera nel dibattito per l'approvazione della legge finanziaria. "Con il nuovo anno - ha detto l'on. Gadda - è necessario un tagliando per queste due misure, e allo stesso tempo avviare il piano shock  che propone Italia Viva  da 120 miliardi su infrastrutture e crescita. Bisogna lasciarsi alle spalle l'ambientalismo di bandiera, e mettere invece in atto un fisco che premi gli investimenti strutturali in economia circolare, sostenibilità e piano di adattamento ai cambiamenti climatici. La scelta ambientale non può essere vissuta come un costo da imprese e cittadini, la micro tassa su plastica e zucchero va cancellata: non bastano la riduzione e il rinvio presenti in legge di bilancio". 

"A condizioni date, con un Paese in stagnazione ereditato dalla Lega, questa legge di Bilancio raggiunge un risultato non scontato: evitare l’aumento dell’Iva, che avrebbe penalizzato i consumi. E contiene molte misure di cui essere soddisfatti, come la riconferma di misure innovative introdotte all’epoca del governo Renzi: ecobonus, bonus verde, riqualificazione energetica e antisismica degli edifici, estesa oggi anche al rifacimento delle facciate, impresa 4.0 che finalmente viene estesa al mondo agricolo; l’aumento dei fondi a disposizione dei Comuni per la mobilità sostenibile e per la riqualificazione degli edifici pubblici, a partire dalle scuole; i fondi per i vigili del fuoco; la grande attenzione assegnata alle politiche per la famiglia, con l’assegno per i nuovi nati e il sostegno per pagare la retta dell’asilo nido, e la costruzione di nuovi asili laddove non ci sono; l’abolizione del superticket e le assunzioni in sanità. Il nostro Paese  - ha concluso Gadda - ha bisogno oggi più che mai, di innovazione e crescita, dando fiducia alle imprese che creano occupazione, e dando risposte concrete ai cittadini". 

red - 10095

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar