It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Cina, +4,5% inflazione a dicembre, ma carne di maiale +97%

Continua a pesare l'epidemia di peste suina africana

L'inflazione in Cina si è attestata al 4,5% a dicembre, invariata su novembre e meno del 4,7% atteso dai mercati, scontando ancora i rialzi della componente alimentare del paniere, tra cui la carne di maiale, schizzata del 97% dopo il 110,2% del mese precedente a causa della pesante epidemia di peste suina africana scoppiata ad agosto 2018. La dinamica dei prezzi, secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica, rimangono ancora ai livelli più alti da gennaio 2012. Su base mensile, i prezzi al consumo sono rimasti invariati, contro un rialzo atteso dello 0,3% e dopo lo 0,4% di novembre. Per l'intero 2019, l'inflazione si è attestata al 2,9%, sempre in linea con il target governativo massimo del 3%. Per raffreddare i prezzi e per aumentare l'offerta in vista del Capodanno lunare, il governo ha annunciato la vendita di 20.000 tonnellate di carne di maiale congelata proveniente dalle riserve strategiche e disponibili da oggi. Pechino ha finora usato uno stock superiore alle 100.000 tonnellate.

agu - 10227

EFA News - European Food Agency
Similar