It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Germania: birrifici in crisi causa pandemia

Non vale più lo slogan "La birra va bevuta in compagnia"

"La birra va bevuta in compagnia", dicono nell'industria della birra. Ma l'emergenza di Covid-19 rende praticamente impossibile farlo, cosa che fa lanciare l'allarme anche per gli oltre 1500 birrifici tedeschi. I ristoranti chiusi e gli eventi cancellati non sono le uniche criticità nell'emergenza da coronavirus. Anche i birrifici tedeschi risentono delle restrizioni, perché si ritrovano con un grande quantitativo di birra non venduto, riferisce Birte Kleppien, portavoce della Radeberger Gruppe, la più grande catena di birra della Germania, in un'intervista a ntv.de: "In linea di massima, abbiamo tre canali di vendita nel settore: la ristorazione, gli eventi e il commercio al dettaglio. Di questi tre canali di vendita, due sono stati chiusi per disposizione ufficiale. Ma tutto ciò si ripercuoterà negativamente su tutta l'industria della birra del Paese".

Le prospettive sono incerte anche perché il settore della ristorazione, così importante per l'industria della birra, non è stato in grado di generare vendite per un periodo di tempo estremamente lungo, ed è ancora in attesa di un qualche alleggerimento. "Stiamo vivendo un effetto domino fatale: le conseguenze del declino della ristorazione si stanno diffondendo sempre più nel comparto della birra", afferma Holger Eichele, amministratore delegato dell'associazione dei produttori di birra, in risposta a un'indagine di ntv.de. 

"Alcune birrerie avevano raggiunto fino al 90% del loro fatturato nel settore della ristorazione prima dell'inizio della crisi. Una situazione  aggravata anche dal fatto che, a differenza di altri settori, i produttori di birra non possono beneficiare dei cosiddetti effetti di recupero. Mentre i clienti possono semplicemente rimandare di qualche mese, a causa dell'emergenza, l'acquisto di un computer o il prossimo shopping, i consumatori non possono semplicemente recuperare il piacevole pomeriggio passato in birreria all'aperto, o la birra presa con gli amici alla festa della birra. Questo significa che parliamo di un fatturato  irrimediabilmente perso. E questi sono impatti drammatici che tutti noi ci troveremo a dover affrontare", conclude la  Kleppien, secondo quanto scrive oggi Ice da Berlino.

CTim - 11770

© EFA News - European Food Agency Srl