It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Diageo e Pernod Ricard: al bando le cannucce di plastica

La scelta ecosostenibile dei due colossi del beverage

D'ora in poi saranno utilizzati solo materiali biodegradabili in tutti gli eventi legati alle due aziende

Diageo e Pernod Ricard si impegnano a eliminare l'uso di cannucce di plastica. Le società produttrici di bevande alcoliche hanno entrambe annunciato piani per eliminare l'uso di cannucce e miscelatori di plastica.

Pernod Ricard smetterà di usare cannucce e miscelatori di plastica non biodegradabili in ogni ambito della sua attività e ha chiesto a tutte le sue affiliate a livello globale di garantire che d'ora in poi non vengano utilizzati in alcun evento legato al proprio nome. L'azienda francese ha reso noto che dopo la rinascita dei cocktail c'è stata un'esplosione nell'uso delle cannucce di plastica a livello globale. Un oggetto che viene utilizzato in media per 20 minuti, ma che può impiegare più di 200 anni per scomporsi in pezzi più piccoli, spesso senza nemmeno disintegrarsi completamente. Vanessa Wright, vicepresidente sustainability and responsibility di Pernod Ricard, ha dichiarato: "La storia di Pernod Ricard e i nostri valori sono intrinsecamente legati alla responsabilità sociale e alla sostenibilità: fanno parte di noi e la creazione dell'Osservatorio oceanografico Paul Ricard da più di 50 anni ne è un esempio concreto. Sappiamo che questo tipo di plastica non biodegradabile sta avendo un impatto negativo sull'ambiente e sugli oceani, e per noi è fondamentale fare la nostra parte nell'aiutare a prevenire ulteriori danni".

Anche Diageo ha dichiarato il suo impegno a eliminare progressivamente l'uso di tutte le cannucce di plastica e miscelatori per ridurre l'impatto ambientale dell'azienda. Per oltre un decennio, la società britannica si è impegnata per rendere il packaging più sostenibile, principalmente attraverso l'aumento di materia riciclata, la riduzione del peso e l'aumento della riciclabilità di tutte le confezioni dei prodotti. David Croft, direttore per lo sviluppo sostenibile di Diageo, ha dichiarato: "Ci siamo impegnati a ridurre al minimo il nostro impatto ambientale e siamo, come molti dei nostri consumatori, sempre più preoccupati per l'impatto ambientale negativo associato allo smaltimento irresponsabile delle cannucce di plastica. Pertanto ne elimineremo progressivamente l'uso da tutti i nostri uffici, eventi, promozioni, pubblicità e marketing a livello globale e sosterremo lo stesso per i nostri partner e clienti. Quando l'uso di cannucce si renderà necessario useremo solo alternative riutilizzabili, compostabili o biodegradabili".

mtm - 1857

© EFA News - European Food Agency Srl