It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Cannabis, ora ci punta anche il colosso della birra

AB InBev e Tilray investono 100 milioni di dollari nei drink analcolici

Le due aziende investiranno 50 milioni di euro ciascuno in una nuova partnership per la ricerca sui drink analcolici che contengono THC e CBD.

Il Canada, dopo la recente liberalizzazione, sta diventando sempre di più il paese della cannabis in diversi settori: non ci stupiremmo se, di questo passo, la mitica foglia d'acero simbolo del Paese e stampata sulla bandiera nazionale verrà sostituita dalla foglia a stella simbolo del nuovo business. Ora arriva la notizia che AB InBev, il più grande colosso globale della birra, e Tilray, produttore canadese di cannabis, hanno annunciato l'intenzione di investire 50 milioni di dollari ciascuno in un progetto che li aiuterà a valutare "potenziali opportunità commerciali" legate ai drink analcolici alla cannabis. La partnership sarà limitata al Canada. La sussidiaria locale di AB InBev, Labatt Breweries, lavorerà con High Park Company (di proprietà di Tilray), che coltiva e produce una serie di brand di cannabis riservati all'uso da parte degli adulti. Le aziende esploreranno il potenziale dell'uso del THC (tetraidrocannabinolo) e del CBD (cannabidiolo) nei drink analcolici, cosa che è già stata sperimentata anche da Molson Coors, Heineken, Valiente e Rebel Coast. 

AB InBev, proprietaria di brand noti in tutto il mondo come Budweiser, Corona e Stella Artois, ha già un interesse nel settore attraverso la sua quota del 31,4% nella Craft Brew Alliance, che avrebbe iniziato a testare alcune bevande con il CBD. AB InBev segue così l'esempio di altri colossi del beverage come Constellation Brands, che ha effettuato un grosso investimento nel produttore di cannabis Canopy Growth Corp. Il Canada ha legalizzato l'uso della cannabis a scopi ricreativi il 17 ottobre: è il secondo paese al mondo, dopo l'Uruguay che aveva approvato una legge ad hoc nel 2013. Nel loro comunicato congiunto, le due aziende si dichiarano convinte del fatto che il mercato legale per le bevande con THC e CBD "potrà prosperare soltanto se l'industria accoglierà una regolamentazione appropriata della cannabis per l'uso degli adulti, che include la responsabilità nella produzione, marketing, vendita e consumo". 

mtm - 5895

© EFA News - European Food Agency Srl