It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Italmopa: nel 2018 cresce il frumento tenero, flessione per il frumento duro

Aumenta in modo significativo la richiesta di farine e semole biologiche e integrali

In occasione dell’Assemblea Generale, Italmopa ha illustrato i dati relativi all’andamento del comparto molitorio nel 2018. L'uso di sfarinati fa registrare una crescita nel comparto del frumento tenero e una lieve flessione nel comparto del frumento duro.

In occasione dell’Assemblea Generale annuale svoltasi in data odierna, Italmopa, Associazione Industriali Mugnai d’Italia (Federalimentare – Confindustria) ha illustrato i dati relativi all’andamento del comparto molitorio nel 2018. Il volume dei prodotti dell’industria molitoria (farine, semole e sottoprodotti della macinazione) ha superato, anche nel 2018, 11 milioni di tonnellate, un quantitativo sostanzialmente stabile (-0,1%) rispetto all’anno precedente, mentre il fatturato è stimato in circa 3,539 miliardi di euro (+2,1% rispetto al 2017), di cui 1,667 miliardi di euro (-0,4%) nel comparto della trasformazione del frumento duro e 1,872 miliardi di euro (+4,4%) nel comparto della trasformazione del frumento tenero. 

Per quanto riguarda l'uso di farine di frumento tenero e di semole di frumento duro si stima che, complessivamente, sia stata pari a 7.778.500 t così suddivisa: 4.005.000 t per quanto concerne le farine di frumento tenero (+0,2% rispetto al 2017) e 3.773.500 t per quanto concerne le semole di frumento duro (-0,4% rispetto al 2017). Nuova, leggera, flessione dei consumi di pane e pasta ma prosegue il trend positivo per la pizza e per i prodotti sostitutivi del pane. Per quanto riguarda il comparto delle farine di frumento tenero, il mercato interno ha registrato, nel 2018, una sostanziale stabilità. La contrazione (-1,8%) riguardante le farine destinate alla panificazione è stata pressoché interamente compensata da una maggiore domanda per le farine destinate alla produzione di sostituti del pane quali crackers, taralli, friselle, grissini (+3,8%), pizza e prodotti salati da forno (+1,6%), biscotti/lievitati/prodotti da forno/pasticceria (+2,6%). 

Relativamente al mercato estero, si è verificato, nel 2018, un incremento del 10% circa dei volumi delle esportazioni di farine di frumento tenero le quali, pur situandosi su livelli quantitativi ancora non significativi, hanno beneficiato, nel corso degli ultimi anni, di un trend in costante crescita. Per quanto riguarda il comparto delle semole di frumento duro, il mercato interno ha fatto registrare, nel 2018, una flessione riconducibile a una frenata della domanda dell’Industria pastaria (-0,9%) mentre risulta in crescita il consumo di semola per la produzione di pane (+1,1%) e per usi domestici (+1,4%).


mtm - 8118

© EFA News - European Food Agency Srl