It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Selex e Altis insieme per l'educazione alimentare

Nasce il portale comemangio.it

Gruppi nutrizionali, etichetta e provenienza, dieta mediterranea e piramide alimentare sono una parte dei contenuti del sito studiato dai ricercatori di Altis, con la facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica di Piacenza

Selex Gruppo Commerciale si unisce a Università Cattolica Altis per un progetto di educazione alimentare. Si chiama comemangio.it il nuovo strumento a disposizione di tutti coloro che avranno la curiosità o l’esigenza di capire come mangiare per stare bene, e come gestire al meglio il cibo in relazione ai consumi del proprio nucleo familiare. "Oggi più che mai è importante fare educazione alimentare, per sviluppare una maggiore consapevolezza degli impatti sul nostro benessere a partire dalle scelte quotidiane. Con il loro progetto, Università Cattolica Altis e Selex Gruppo Commerciale si pongono in prima linea per promuovere l’informazione per un’alimentazione più sana e responsabile" afferma il professor Vito Moramarco, direttore di Altis e ordinario di Politica economica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. 

Gruppi nutrizionali, etichetta e provenienza, dieta mediterranea e piramide alimentare sono una parte dei contenuti del sito studiato dai ricercatori di Altis, con la facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica (sede di Piacenza), che mira a rendere sempre più consapevoli al consumo alimentare attraverso un mezzo di facile fruizione. Una sorta di piattaforma di condivisione delle conoscenze, aggiornato con studi e articoli internazionali anche grazie all’attività di docenti e studenti, oltre che di ricercatori. La conoscenza ma anche le modalità di consumo dei cibi: dalle dosi alla conservazione per mantenere le caratteristiche organolettiche da un lato e scongiurarne lo spreco dall’altro. Secondo il Rapporto Waste Watcher 2020 ogni anno nelle case degli italiani si sprecano oltre 2.200.000 tonnellate di cibo, per una stima di 36,54 kg a testa e un valore di quasi 12 miliardi di euro, che salgono a più di 15 miliardi se sommati ai 3 miliardi 293 milioni di spreco della filiera. 

"Sosteniamo l’iniziativa comemangio.it perché crediamo che l’educazione alimentare sia determinante nel percorso verso una maggiore sostenibilità della nostra società – dichiara Maniele Tasca, direttore generale Selex Gruppo Commerciale –. Le buone abitudini alimentari sono alla base della nostra salute, della salvaguardia dell’ambiente e contribuiscono alla lotta allo spreco; tutte priorità che il gruppo sente e condivide volentieri con partner di valore come Altis".

mtm - 11720

© EFA News - European Food Agency Srl