It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Granarolo, bilancio sociale stile "Green Deal"

E rinnova il sito istituzionale

Granarolo ha presentato  il nuovo Bilancio di Sostenibilità 2019, giunto all’ottava edizione, integrandolo nel sito istituzionale completamente rinnovato. Meno energia, meno acqua, meno emissioni, meno diserbanti, meno farmaci, meno sprechi, più diritti per chi lavora, più trasparenza sull’origine, meno plastica, passando per una remunerazione decorosa del lavoro dell’imprenditore agricolo. Su questi principi si basa il percorso avviato dal Gruppo Granarolo per rafforzare la sostenibilità della propria filiera del latte, la più grande d’Italia, i cui progressi sono rendicontati anche quest’anno in un documento articolato e che si confronta con promesse fatte, risultati raggiunti e nuove sfide, guardando agli indicatori del GRI Standard.

“Il Gruppo – spiega Gianpiero Calzolari, Presidente di Granarolo – sta lavorando ad un modello di filiera sostenibile che impegna in egual misura mondo agricolo e trasformazione: da una parte la cooperativa Granlatte con i suoi allevatori, veri custodi del territorio, che devono sviluppare sempre nuove competenze per produrre nel rispetto del benessere animale e in armonia con l’ambiente, dall’altra Granarolo, che deve e dovrà sempre più dare valore alle materie prime, venendo incontro ai nuovi bisogni dei consumatori, offrendo loro un cibo più buono e più giusto. Il Piano di Sostenibilità disegnato va in questa direzione, e verrà integrato nei prossimi mesi anche alla luce dei drastici cambiamenti di scenario dettati dalla recente emergenza sanitaria”.

“Non accadeva dal dopoguerra – prosegue Calzolari –, ma nel frangente del lockdown gli agricoltori sono stati definiti categoria fondamentale. Troppe volte sfugge all’opinione pubblica che se non ci fosse chi coltiva e chi alleva non ci sarebbe il cibo, e di cibo ce n’è bisogno e ce ne sarà ancora di più se la popolazione del mondo è destinata a crescere fino a superare i nove miliardi e settecentomila persone entro il 2050. La Comunità Europea del Commissario Ursula Von der Leyen sta implementando le nuove strategie di crescita sostenibile attraverso il Green Deal europeo. Si tratta di una serie di misure per rendere meno dannosi per l’ambiente la produzione ed il consumo di materie prime e di energia e rendere più sostenibile lo stile di vita dei cittadini europei. Granarolo ha da tempo messo tra le proprie priorità i temi legati alla sostenibilità, rendicontando in modo puntuale i risultati già perseguiti e gli obiettivi in divenire. Dovremo dimostrare tutti di essere capaci di produrre impattando meno possibile, nel rispetto della natura e degli animali che alleviamo, sprecando di meno, utilizzando meno chimica e meno farmaci, riducendo le nostre emissioni, garantendo nel contempo la nostra ineguagliabile sicurezza alimentare e la preziosa qualità dei nostri prodotti, del nostro latte, dei nostri formaggi e di quel tesoro che è il cibo italiano”.

Consapevole dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e dell’urgenza di decisioni importanti da parte delle aziende agro-alimentari e delle istituzioni, attraverso interventi sistemici sulle filiere produttive, Granarolo vuole fare la sua parte su tre linee strategiche: più benessere animale alla stalla, riduzione della plastica, e un piano anti-spreco. Partendo da questo impegno, il nuovo sito corporate (www.gruppogranarolo.it), disponibile anche in versione inglese (www.granarologroup.com) è stato riprogettato per mettere al centro e dare maggior risalto all’impegno e alle tematiche legate alla sostenibilità del Gruppo attraverso una piattaforma dinamica e responsive, offrendo una modalità di navigazione più facile e migliorando la user experience, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

red - 12513

EFA News - European Food Agency
Similar

NewsFerrero inaugurates the first Kinder Joy of moving Park in the world

At Vicolungo The Style Outlets, on the model of the successful format launched at Expo / Gallery

A recreational motor park for children aged 5 to 12 that covers an area of over 1,700 square meters. Children who experience it have the opportunity to acquire or improve a range of skills, while having fun, thanks to a "Facilitating Environment" created by 8 recreational-motor machines, developed by the Department of Industrial Engineering of the Federico II University of Naples. more