It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Curtiriso rivoluziona il packaging

Intervista col direttore commerciale del gruppo, Angelo Lonati

Curtiriso, azienda agroalimentare italiana di antica tradizione, nata nel 1875 dalla famiglia Curti, lancia la linea di confezioni amiche dell'ambiente, senza plastica e con carta 100% riciclabile, certificata Fsc, Forest stewardship council, ong internazionale che ha dato vita a un sistema di certificazione forestale riconosciuto a livello internazionale. Le confezioni saranno lanciate per i prodotti Riso ambra parboiled e integrale biologico. Unendo l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili e l'innovativo processo di debiotizzazione con Co2 di origine naturale, che permette di avere riso sanificato senza utilizzare prodotti chimici di sintesi, Curtiriso ha potuto rimuovere il sottovuoto dalle proprie confezioni, mantenendo allo stesso tempo una shelf life di 24 mesi. Con ogni confezione amica dell’ambiente si risparmiano al pianeta 17g di plastica. 

È questa la nuova frontiera di Curtiriso, acquisita nel 1994 da Euricom, il più importante gruppo nel settore del riso in Italia e uno dei principali nel mondo. Ma è anche la continuità con la qualità nel rispetto dell’ambiente dell'azienda nata a Gemonio, nelle Prealpi Varesine. Curti dal 1996 investe sempre più nell’energia pulita, arrivando a costruire nel suo stabilimento in Valle Lomellina una centrale termica a biomasse da 4,5MW e che utilizza i residui agricoli quali paglia di riso e sottoprodotti di lavorazione.

“Oggi utilizziamo energia da fonti rinnovabili e non da fonti fossili, producendo energia anche per lo stabilimento. Abbiamo eliminato la plastica dalle nuove confezioni Ambra, perché grazie ad una tecnologia di sanitizzazione del riso, ci è possibile eliminare il sottovuoto mantenendo al contempo la shelf life di 24 mesi”, spiega Angelo Lonati, direttore commerciale e marketing di Curtiriso. L'azienda utilizza nuovi impianti di debiotizzazione, silos attrezzati per prevenire lo sviluppo di colonie infestanti e un efficiente reparto di confezionamento del riso, con 12 linee di confezionamento e una potenzialità produttiva giornaliera di circa 1.300 tonnellate, fino a una capacità di circa 200.000 tonnellate annue. Nemmeno il lockdown ha intaccato la produttività del marchio. Dagli ultimi dati Nielsen, al 17 maggio, Curtiriso è l’azienda che nel settore riso ha visto crescere di più la propria quota di mercato (+1%) rispetto agli altri principali competitor. 

Da febbraio ad aprile, in tutta Europa, il gruppo ha lavorato a pieno regime per rispondere a un grande aumento della domanda: arrivando a comprendere maggio, le vendite sono aumentate del 40%, con i prodotti a marchio del distributore si parla addirittura di vendite triplicate. Nel nostro paese ma anche all'estero: ad Amburgo, per esempio, i supermercati sono stati letteralmente assaltati e il riso italiano ha beneficiato dell'esplosione delle vendite. 

“Il post lockdown è un po' diverso - dice Lonati - A fine maggio è rientrato il picco di vendite, a giugno siamo tornati ai livelli precovid, luglio per ora è stabile”. I numeri, comunque, parlano di un'azienda in salute. Euricom, che comprende Curti, proprietaria del marchio Curtiriso ha chiuso il 2019 con 640 milioni di euro di fatturato consolidato con un ebitda di 33 milioni. Curtiriso, da solo, ha portato a casa 160 milioni di euro, 95 milioni in arrivo dall'export in Europa. La tendenza positiva viene confermata per l'anno corrente: nei soli primi tre mesi del 2020 sono stati raggiunti i 214 milioni di fatturato con un ebitda a 14,4 milioni di euro. 

Non contenti, quelli di Curtiriso preparano entro fine anno il nuovo spot e ancora altri nuovi prodotti, per ora da perfezionare. L'accordo con la testimonial Antonella Clerici, durato due anni, è giunto al termine naturale. “Stiamo valutando spot nuovi e prodotti nuovi - dice Lonati. Testimonial? "Ancora nessuno, per il momento. Potremmo anche non usarne, o prendere gente comune, testimonial insieme ai nostri stessi prodotti”.

agu - 12725

EFA News - European Food Agency
Similar

NewsFerrero inaugurates the first Kinder Joy of moving Park in the world

At Vicolungo The Style Outlets, on the model of the successful format launched at Expo / Gallery

A recreational motor park for children aged 5 to 12 that covers an area of over 1,700 square meters. Children who experience it have the opportunity to acquire or improve a range of skills, while having fun, thanks to a "Facilitating Environment" created by 8 recreational-motor machines, developed by the Department of Industrial Engineering of the Federico II University of Naples. more