It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Marr, il business si avvicina ai valori normali

Fatturato in luglio 2020 al 73% dello stesso periodo 2019

Ricavi totali nel 1° sem 2020 a 447,1 mln, perdita netta di 14 mln, rispetto all'utile di 27,8 mln dello stesso periodo 2019.

Marr, leader in Italia nella distribuzione per il mangiare fuori casa, chiude il primo semestre con ricavi totali attestati a 447,1 milioni che, rispetto ai 793,0 milioni del 2019, hanno risentito del blocco delle attività turistiche e di ristorazione imposto dalle misure di contenimento della pandemia attuate in Italia a partire dalla fine di febbraio e fino allo scorso 18 maggio. Ma i ricavi in giugno sono stati pari al 64% dello stesso mese dell'anno precedente e pari al 73% in luglio. L'Ebitda conseguentemente è stato di 0,5 mln (56,3 mln in 2019). L'indebitamento finanziario netto si è attestato a 262,6 milioni di Euro ed è in miglioramento rispetto ai 275,4 milioni del 31 marzo 2020. La perdita netta di 14 mln euro, a fronte di un utile di 27,8 mln registrato nello stesso periodo del 2019.

Secondo il management della società quotata al segmento Star di Borsa Italiana e controllata dal gruppo Cremonini, l'ultima parte del semestre, e quindi il mese di giugno analizzato singolarmente, conferma un concreto inizio di avvicinamento a valori "normali" con ricavi totali attorno al -36% dello stesso mese dell'anno precedente e con un risultato netto con segno positivo. "Si tratta di un andamento che presenta due elementi interessanti: da una parte conferma che la ripresa dei consumi è iniziata e che la mai rallentata vicinanza al Mercato di Marr è stata pienamente tradotta in risultato, dall’altra che superata la soglia di maggior criticità, la Società torna ad essere nella condizione di produrre redditività, qualità che l’ha sempre caratterizzata".

agu - 12869

EFA News - European Food Agency
Similar