It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Le scienze agrarie a disposizione della politica per l'agricoltura del futuro

Aissa scrive a Bellanova. Plauso di Agrinsieme e Federalimentare

Le scienze agrarie a disposizione del governo per supportare le sfide che aspettano l'agricoltura del futuro, tra crisi economica e necessità di crescere in sostenibilità. La comunità scientifica di riferimento per le scienze agrarie, Aissa (Associazione Italiana delle Società Scientifiche Agrarie, www.aissa.it), che riunisce alcune migliaia di professori e ricercatori universitari e di ricercatori del CREA, del CNR e di altri istituti, attivi in tutti i settori delle scienze agrarie, alimentari e forestali, ha scritto alla ministra Teresa Bellanova per far sentire la propria voce, nel momento in cui sono in fase di discussione, a livello nazionale ed europeo, politiche che avranno effetti sul futuro del nostro Paese. Pur condividendone gli obiettivi generali, gli scienzati agrari sono convinti che una più stretta collaborazione tra mondo scientifico e decisori politici possa garantire la capacità dell’agricoltura nazionale, nella sua accezione più ampia che include anche le foreste ed il sistema agroalimentare, di svolgere il proprio ruolo. Innovazione, competitività della produzione primaria e sostenibilità sono i temi cruciali su cui gli scienziati invitano a riflettere.

Il coordinamento di Agrinsieme, che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, esprime pieno apprezzamento per l’iniziativa assunta dalla comunità scientifica nazionale che si occupa di Scienze agrarie. "La disponibilità espressa dalla comunità scientifica non può restare senza seguito, ma deve essere, al contrario, accolta e valorizzata; per tali ragioni assicuriamo la nostra piena disponibilità a lavorare insieme per il rafforzamento e nell’interesse del sistema agroalimentare italiano”, afferma il Coordinamento, evidenziando che “l’agricoltura italiana sconta un notevole divario tecnologico nei confronti dei paesi europei ed è alle prese con un calo generalizzato della produzione, che ha portato a una conseguente riduzione del tasso di autoapprovvigionamento nazionale”.

Anche Federalimentare si unisce all'apprezzamento di Agrinsieme in merito all'iniziativa della comunità scientifica nazionale che si occupa di Scienze agrarie che ha espresso al ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova supporto e collaborazione in vista delle scelte che il dicastero sarà chiamato ad assumere, anche in relazione alla riforma della PAC.
"Ora più che mai c'è bisogno di fare squadra - dice il presidente Ivano Vacondio - per questo non possiamo che plaudire all'iniziativa della comunità scientifica nazionale e appoggiare la disponibilità che ha ribadito Agrinsieme di sostenere in qualunque modo la nuova collaborazione. L'Italia non può pagare lo scotto di un divario tecnologico rispetto all'Europa soprattutto in questo momento, già colpito da un calo della produzione: un sistema agroalimentare inclusivo, efficiente e sostenibile è la sfida per il futuro da combattere insieme".

agu - 12914

EFA News - European Food Agency
Similar

NewsFerrero inaugurates the first Kinder Joy of moving Park in the world

At Vicolungo The Style Outlets, on the model of the successful format launched at Expo / Gallery

A recreational motor park for children aged 5 to 12 that covers an area of over 1,700 square meters. Children who experience it have the opportunity to acquire or improve a range of skills, while having fun, thanks to a "Facilitating Environment" created by 8 recreational-motor machines, developed by the Department of Industrial Engineering of the Federico II University of Naples. more