It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Zootecnia: il nuovo sistema di qualità può rilanciare il comparto

Gallinella e L'Abbate illustrano il provvedimento. I commenti di Assocarni e Unaitalia

Il  recente Decreto Rilancio ha approvato un nuovo Sistema di Qualità Nazionale nel settore Zootecnico che dovrebbe portare a un vero e proprio bollino di certificazione di qualità per le carni nazionali, anche dal punto di vista del benessere animale. Il provvedimento è stato illustrato a tutti gli operatori del settore il 23 settembre a Roma, in una conferenza stampa organizzata dall'On. Filippo Gallinella, presidente della Commissione agricoltura della Camera dei Deputati (vedi EFA News del 22/9/2020): ne offriamo qui una sintesi.

Gallinella ha  invitato in particolare a raccogliere la sfida del Green Deal. “Transizione verde, innovazione e digitalizzazione, inclusione sociale e territoriale sono tutti temi sui quali l'agricoltura può dire molto, e tra i settori più importanti vi è proprio la zootecnia: non a caso le prime DOP in valore sono legate proprio a questo mondo”, ha affermato Gallinella.

“L’SQN per la Zootecnia – ha aggiunto Giuseppe L’Abbate, Sottosegretario al Mipaaf – approvato con la conversione in legge del Decreto Rilancio, valorizza le produzioni italiane che danno attenzione al benessere animale e alla sostenibilità. Il Mipaaf è già al lavoro sul decreto attuativo che avrà un cappello unico con caratteristiche diversificate per tipologia di allevamento. Il confronto con le associazioni di categoria sarà determinante per ottenere i risultati sperati”.

Le realtà associative presenti si sono alternate con brevi interventi. Francois Tomei, direttore Assocarni, ha parlato della necessità di creare uno strumento che possa essere “una stella polare per tutti gli operatori” del sistema. Tomei ha detto che sostenibilità e benessere generano dei costi, per i quali è opportuno trovare delle risorse adeguate. “L’SQN è uno strumento che apre la possibilità di ottenere dei finanziamenti, ha una sua dignità a livello comunitario e potrà aiutare a fare sistema nell’ambito zootecnico”. 

Antonio Forlini presidente Unaitalia, ha definito l’SQN  un’occasione da cogliere per poter qualificare la nostra produzione. “Dobbiamo lavorare insieme su un indirizzo di fondi comunitari di questo Recovery Plan. Potremmo uscire da questa situazione migliorati, se saremo in grado di spendere al meglio le risorse che ci saranno messe a disposizione. Chiediamo di essere tutelati per evitare che dall’estero arrivino minacce di prodotti non altrettanto rispettosi degli aspetti di benessere e sostenibilità ambientale, ha concluso Forlini.

Guarda il video

hef - 13573

EFA News - European Food Agency
Related
Similar