It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Confagricoltura festeggia 100 anni con Mattarella e Conte

L'organizzazione guarda al futuro puntando sui giovani

Oggi Confagricoltura compie 100 anni. La più antica Organizzazione di tutela e di rappresentanza delle imprese agricole italiane, ha celebrato il suo centenario a Roma presso palazzo Colonna, e alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dei ministri Teresa Bellanova e Stefano Patuanelli e della sindaca di Roma, Virginia Raggi.

A presentare l'incontro, il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, che ha iniziato il suo discorso sottolineando i principi essenziali che caratterizzano l'organizzazione fin dal 1920. “Tutela dell’impresa. Ovvero efficienza e competitività, orientamento verso la crescita e le innovazioni tecnologiche, stretto collegamento con le altre parti della filiera agroalimentare, per cogliere le aspettative dei consumatori in Italia e a livello internazionale. Ma anche protezione delle risorse naturali, responsabilità sociale, tutela dei lavoratori, benessere della collettività, per contribuire al progresso civile ed economico della comunità nazionale".

Il presidente della Repubblica ha sostenuto che anche durante il lockdown il nostro paese ha dato prova, delle sue energie morali e civili. L’Italia può fare affidamento su un solido sistema agroalimentare, di cui gli associati a Confagricoltura costituiscono una componente essenziale. Con le loro aziende collaborano oltre 520.000 lavoratori, che sviluppano più di 41.000.000 di giornate lavoro. “Adesso è necessario dare supporto a queste imprese", ha ribadito Giansanti, "per metterle nella condizione di continuare ad aumentare competitività e produzione. La quota di esportazioni di prodotti agroalimentari, che era di 44 miliardi di euro, è arrivata a superare per la prima volta la soglia del 10% dell’export totale in valore. Crescere è un impegno difficile. Per questo dobbiamo utilizzare al meglio le risorse importanti messe a disposizione dal governo italiano e dall’Unione europea.”

L'incontro è proseguito spostando l'attenzione sui giovani imprenditori, e ribadendo l'importanza di investire su di loro per assicurare un futuro al nostro paese. "Coltivare le intelligenze dei molti nostri giovani eccellenti, e puntare su di loro, è una scelta essenziale per affrontare il futuro e le sfide che ci attendono", ha affermato Giansanti. 

Luca Travaglini, Ariane Lotti e Francesco Cambria, tre giovani imprenditori, infine, hanno raccontato la loro storia e hanno dato il senso della diversità e della fecondità del “capitale umano” in termini di spirito d’impresa, apertura all’innovazione e sensibilità sociale.

hef - 13666

EFA News - European Food Agency
Similar