It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Conserve Italia finisce nel mirino dell'Antitrust Ue

Si sarebbe accordata collusivamente con altri operatori per fissare prezzi di vendita

La Commissione europea ha comunicato a Conserve Italia Soc. coop. Agricola e alla sua controllata Conserves France SA il  parere preliminare secondo cui hanno violato le norme antitrust accordandosi collusivamente per falsare la concorrenza nel mercato delle conserve vegetali all'interno dello spazio economico europeo.  La Commissione sospetta che Conserve Italia abbia potuto accordarsi collusivamente con altri operatori del mercato per fissare i prezzi di vendita, ripartirsi i mercati e suddividersi i clienti nell'ambito della fornitura di alcuni tipi di conserve vegetali (con marchi propri o privati) a dettaglianti e/o società di servizi alimentari.

In particolare, la Commissione sospetta che Conserve Italia abbia partecipato ad accordi orizzontali di fissazione dei prezzi e di ripartizione del mercato, nel quadro dei quali, per numerosi anni consecutivi, ha coordinato la propria condotta commerciale con quella di altri partecipanti al mercato.

La comunicazione degli addebiti non è una condanna ma un atto formale che informa per iscritto le parti interessate sulle accuse preliminari mosse nei loro confronti. Le parti possono quindi esaminare i documenti contenuti nel fascicolo di indagine, rispondere e presentare le loro osservazioni.

Se il parere preliminare della Commissione venisse confermato, indica l'esecutivo Ue,la condotta dell'impresa risulterebbe avere violato le norme che vietano le pratiche commerciali anticoncorrenziali quali gli accordi collusivi sui prezzi e le ripartizioni dei mercati. L'invio della comunicazione degli addebiti non pregiudica l'esito dell'indagine.

Interpellata da EFA News, Conserve Italia ha preferito non commentare la notizia.

red - 13843

EFA News - European Food Agency
Similar