It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Uber Eats, verso il rinvio a giudizio

Il processo dovrà verificare le accuse di caporalato nei confronti dei rider

Il commissariamento di Uber Italy, lo scorso 29 maggio, è un'azione che non si era mai verificata prima d'ora nei confronti di una piattaforma delivery. Soprattutto senza che sia ancora emessa alcuna sentenza di condanna. Ora è giunta la  fase conclusiva dell'inchiesta che accusava la società di aver sottoposto i rider a "condizioni di lavoro degradanti"  sia in termini di retribuzione che in termini di trattamento di lavoro.

Il pm di Milano Paolo Storari ha firmato la chiusura delle indagini per caporalato sui rider, che comprendono anche reati fiscali da parte di Uber. Anche gli stessi rider hanno testimoniato la veridicità dell’accusa e ci sono dieci indagati in totale. I rider, si legge nell'avviso di chiusura indagini, erano "derubati" delle mance e "puniti" in maniera arbitraria con la decurtazione del compenso quando non si attenevano alle disposizioni. Uber Italy è indagata per la legge sulla responsabilità amministrativa e il 22 ottobre dovrà affrontare un'udienza alla sezione misure di prevenzione.

Gloria Bresciani, manager della filiale italiana del colosso americano, figura tra i 10 indagati. Ora il processo, che si spera rapido, dovrà dimostrare il castello di accuse messo in piedi dalla procura. Sperando che il tutto non finisca nell'ennesimo caso processo mediatico, per ora fortemente alimentato dalle dichiarazioni a senso unico della procura.

hef - 14006

EFA News - European Food Agency
Similar