It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Zootecnia: in Emilia Romagna vale il 47,5% di tutto l'agroalimentare

La produzione del settore, pur in calo, vale oltre 2 miliardi di euro

Sono i dati emersi dall'assemblea annuale dell'Associazione regionale degli allevatori guidata da Maurizio Garlappi.

Quest'anno l'assemblea annuale dell’associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna (Araer) si è svolta in forma digitale, a causa delle ultime restrizioni governative per prevenire i contagi da Covid-19. All’incontro, oltre al presidente Maurizio Garlappi e al direttore Claudio Bovo, hanno partecipato i componenti del consiglio direttivo e del collegio sindacale per l’approvazione del bilancio 2019; presenti in collegamento anche i vertici di Aia, Roberto Nocentini e Mauro Donda, oltre all’assessore regionale all’agricoltura, Alessio Mammi e Roberta Chiarini, responsabile del servizio organizzazioni di mercato e sinergie di filiera alla regione Emilia Romagna.

Relativamente all’andamento della zootecnia emiliano-romagnola nel 2019, il presidente di Araer ha fornito i numeri che hanno caratterizzato uno dei comparti più importanti dell’agroalimentare regionale e nazionale. “Dopo quattro anni di crescita costante lo scorso anno il settore ha segnato il passo e le sue produzioni hanno rappresentato il 47,51% di tutta la della produzione lorda vendibile (Plv) dell'intero settore agroalimentare della regione, a fronte del 49,9% del 2018". In valore, parliamo di 2.002,25 milioni di Euro che evidenziano un -15% rispetto al 2018, quando si raggiunsero i 2.365,51 milioni di Euro.

L’export agroalimentare regionale, è cresciuto lo scorso anno del 4,7% rispetto al 2018, per un valore totale di 6.842 milioni di Euro, in cui la quota maggiore è rappresentata dai prodotti e dai derivati zootecnici. Nello specifico dei vari comparti produttivi, quello lattiero-caseario ha segnato lo scorso anno un incremento produttivo dello 0,3% raggiungendo un quantitativo totale di latte prodotto di oltre 21 milioni di quintali, “anche se dopo gli ottimi risultati degli anni precedenti", ha sottolineato Garlappi, "il valore della Plv di questo segmento produttivo ha perso il 24,3% rispetto al 2018, pari a 343,78 milioni di Euro. Una situazione che è stata determinata soprattutto dalla forte riduzione delle quotazioni dei formaggi grana e in particolare del Parmigiano Reggiano, a cui è destinato circa il 92% del latte regionale e che lo scorso anno ha incassato un incremento produttivo dell’1,47%, mentre il Grana Padano prodotto a Piacenza ha messo a segno un +5,2%".

Il settore della carne bovina, nel 2019 ha continuato a registrare una diminuzione sia in termini produttivi che di prezzi, a cui si lega la riduzione degli allevamenti, calati rispetto al 2018 del 4,20%, in particolare per la razza romagnola. In crescita i suini allevati, +3,5%, a cui fa però riscontro una lieve flessione dei prezzi che porta il bilancio a un risultato negativo: -1,5%. Per avicunicoli e uova i prezzi medi di mercato hanno registrato un +1,1% grazie al buon andamento delle quotazioni dei conigli (+8,5%) e dei tacchini (+7,1%). In calo invece i prezzi dei polli da carne: -4,5%. Bene il trend per il mercato delle uova con un +5,7% dovuto all’aumento delle quantità prodotte nonostante il calo delle quotazioni medie pari a -6%. Infine il settore ovicaprino, che rispetto al 2018 ha registrato una Plv stabile.

L'assessore Mammi, ha espresso il pieno appoggio della regione a tutti quei progetti che sapranno proporre soluzioni innovative e concrete. "Già oggi, potremo contare su una dotazione di circa 1,3 miliardi di Euro a livello nazionale previsti dal parlamento europeo nei giorni scorsi. La quota che verrà destinata all’Emilia Romagna dovrà essere investita in progetti concreti e ambiziosi. Per farlo, dobbiamo tutti lavorare insieme affinché anche l’Europa rivolga al settore zootecnico una maggiore attenzione. Anche per questo penso che sarebbe ora di pensare alla creazione di una Ocm zootecnia”, ha concluso Mammi. 

hef - 14451

EFA News - European Food Agency
Related
Similar