It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Chef Express, Fdi interviene sulla vertenza di Termini

Grandi Stazioni non rinnova l'affitto e i punti ristoro chiudono: a rischio decine di lavoratori

"Non lasciamo soli i dipendenti degli esercizi di ristorazione nella Stazione Termini che stanno rischiando il posto di lavoro a causa del mancato rinnovo da parte di Grandi Stazioni Retail, dei contratti di locazione agli esercizi interni. Stante la crisi del settore causata delle norme anti Covid-19 che riducono ulteriormente l'attività, sarà molto difficile che i circa 250 lavoratori del gruppo Cremonini, molti già messi in mobilità, possano essere ricollocati o assunti da altre aziende". Il grido d'allarme proviene a chiare lettere da un comunicato firmato da Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi alla Regione Lazio e Andrea De Priamo, capogruppo di Fdi in Assemblea Capitolina. a rischiare la chiusura sono tre strutture del gruppo Cremonini, ossia il ristorante Gusto, il bar Chef Express e Mr. Panino.

"La chiusura dei punti ristorazione avrà ricadute negative su altri negozi e comporterà il venir meno di un importante presidio di legalità e di decoro a garanzia anche degli utenti della stazione. Essendo Termini un centro nevralgico del sistema regionale dei trasporti, anche l'amministrazione Zingaretti deve fare la sua parte. A tal fine, abbiamo presentato un'interrogazione in cui sollecito la Regione Lazio ad impegnarsi nella ricerca di una soluzione, che scongiuri gli effetti negativi della decisione presa dalla società proprietaria dei locali e garantisca sia il mantenimento dei livelli di occupazione, che la continuità dei servizi", concludono Ghera e De Priamo

I dipendenti dei ristoranti di Chef Express della stazione Termini sono già scesi in piazza a metà ottobre. L'origine del problema è il contratto di affitto dei locali in capo a Chef Express, società del gruppo Cremonini, scaduto nel 2018: prorogato nel 2019 dalla società titolare, Grandi Stazioni Retail, società privatizzata (che non c'entra più nulla con Ferrovie dello Stato) che gestisce il patrimonio immobiliare e commerciale di Termini, dopo la proroga non è stato rinnovato e il 30 novembre 2020 Chef Express dovrà lasciare i locali, anche perché dovrebbero partire i lavori per un grande restyling della stazione con nuovi punti commerciali e di attrazione. 

A chiudere saranno più di 5 locali, tra cui Mister Panino, Bar centrale, Pizzeria Rosso Sapore, Ristorante Gusto, tutti nella galleria della stazione. Tutti rientrati nel frullatore di Grandi Stazioni Retail che ha deciso di cambiare la destinazione di questi locali storici: dagli anni '50 lì c'era sempre stato il ristorante principale della Stazione Termini. Prima del Covid c'era un piano per salvare il loro destino e impiegarli in altri locali: attualmente, il pericolo maggiore è per un'ottantina di dipendenti di Chef Express, ancora in attesa di ricollocazione. L'operazione non è facilissima in un momento come questo, in cui il covid ha ripreso il suo cammino infettivo e le attività, prima fra tutte quella di ristorazione, si sono nuovamente spente. Non a caso, proprio a Termini i consumi sono crollati di almeno il 50% dopo la fine del primo lockdown.

fc - 14533

EFA News - European Food Agency
Similar