It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Salov sposa la street art

Spettacolare decorazione di Giulio “Rosk” Gebbia

Dopo 5 settimane di lavoro è stata inaugurata, nello stabilimento del Gruppo Salov a Massarosa, l’opera “Tra cielo, olio e terra” voluta dall’azienda e realizzata dallo street artist Giulio “Rosk” Gebbia, che ha decorato 5 delle cisterne destinate al raccoglimento delle acque derivanti dal processo di lavorazione degli oli, trasformandole in vere e proprie opere d’arte. Il progetto del Gruppo, impegnato nella produzione e distribuzione di oli alimentari a livello mondiale, è partito lo scorso 18 settembre con l’obiettivo di trasformare le cisterne del proprio sito produttivo in vere e proprie ‘tele libere a cielo aperto’ in grado di integrarsi in perfetta armonia con il paesaggio circostante, contribuendo così a portare arte e bellezza sia all’interno che all’esterno del sito produttivo.

L’artista Rosk è noto per diverse opere tra le quali il murales rappresentante i giudici Falcone e Borsellino, realizzato con il collega Loste a Palermo. Le 5 cisterne in vetroresina, alte circa 10 mt con un diametro di 4 mt, sono state lavorate con la tecnica dei graffiti che combina la pittura figurativa con la street art. Le immagini riprendono elementi iconici che contraddistinguono l’azienda e i suoi brand storici Filippo Berio e Sagra. Sono raffigurati il volto di Filippo Berio, il padre fondatore del brand premium dell’azienda, esportato oggi in quasi 80 paesi al mondo; la firma originale di Berio che si trova sulle etichette di tutti i prodotti del brand; l’immagine delle due bottiglie; l’albero di ulivo dorato che caratterizza le etichette del brand destinate al mercato italiano.

Fabio Maccari, Ad di Salov ha commentato: “Quest’opera è solo uno dei tanti tasselli di un più ampio progetto di sostenibilità che stiamo portando avanti attraverso una serie di attività concrete in ambito ambientale, sociale, commerciale”. “Lavorare a questo progetto, in un sito industriale, immerso nella natura e a bordo di un lago è stato bellissimo”, commenta lo street artist Gebbia, “Con l’opera 'Tra cielo, olio e terra' speriamo di aver contribuito a rendere le cisterne ancora più integrate nell’ambiente circostante. Mentre lavoravamo eravamo 'accompagnati' da aironi cinerini, e altri tipici uccelli del lago di Massaciuccoli, segno evidente che il sito produttivo è già fortemente 'incluso' nel paesaggio. Sapere che sia i lavoratori che i molti collaboratori italiani e internazionali del gruppo, possano ammirare l’opera e cogliere questo spirito naturale, mi riempie il cuore”.

hef - 14725

EFA News - European Food Agency
Similar