It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Psr Campania, pubblicata la graduatoria provvisoria degli interventi

2,7 milioni per la promozione di Dop, Igp e Stg

La regione Campania ha raggiunto l'obiettivo di spesa del programma di sviluppo rurale della 2014-2020 per l’anno in corso, con quasi due mesi di anticipo sulla scadenza del 31 dicembre (vedi articolo EFA News del 12-11-20). 

La regione a stanziato parte dei fondi Ue a sostegno delle imprese agricole della filiera agrituristica, che esercitano attività didattica e sociale particolarmente colpite dalla crisi generata dall’epidemia da Covid-19, Pubblicata la graduatoria provvisoria, per il periodo di attuazione 28 settembre - 19 ottobre 2020, del bando della nuova tipologia d’intervento 21.1.1 del Psr. Con il bando l’amministrazione ha messo in campo 6 milioni di Euro per l’erogazione di un bonus una tantum dell’importo fino a: 7.000 Euro per le aziende agrituristiche con attività di alloggio e ristorazione; 6.500 Euro per le aziende agricole con attività di solo alloggio o solo ristorazione; 6.500 Euro per le aziende agricole che esercitano attività sociale; 6.000 Euro per le aziende agricole che esercitano attività didattiche.

Sono 13 le associazioni di produttori cui vanno i circa 2,7 milioni di Euro messi a bando con il decreto dirigenziale n. 190 del 7 novembre 2019 per realizzare, sul mercato nazionale e comunitario, azioni di informazione e promozione dei prodotti agricoli e agroalimentari che rientrano nei regimi di qualità previsti dalla normativa comunitaria, tra cui i prodotti a marchio denominazione di origine protetta (Dop), indicazione geografica protetta (Igp) e specialità tradizionale garantita (Stg) nonché le denominazioni di origine e indicazioni geografiche nel settore vitivinicolo. Con decreto dirigenziale n. 297 del 3 dicembre la regione ha disposto il differimento dei termini al 1° marzo 2021 per il rilascio, da parte dei gruppi di azione locale (Gal), dei provvedimenti di concessione ai beneficiari in relazione ai bandi emanati nell’ambito delle rispettive strategie di sviluppo locale (Ssl) finanziate con risorse del Psr. Con lo stesso decreto ha disposto che sarà riconosciuta una premialità, ai gruppi di azione locale che produrranno tutte le graduatorie definitive entro e non oltre la data del 31 dicembre 2020.

Infine la regione ha apportato una serie di modifiche ed integrazioni agli avvisi pubblici, che prevedono l’erogazione di un bonus una tantum, nell’ambito del “Piano socio-economico per l’emergenza Covid-19”, a favore delle aziende agricole, delle imprese armatrici di imbarcazioni da pesca ed acquicole e delle aziende dei comparti bufalino e florovivaistico. Con il decreto n. 277 si è stabilito, tra l’altro, di: sospendere per le micro e le piccole imprese, tenuto conto della situazione emergenziale, le restituzioni del bonus erogati ai sensi del decreto n. 97/2020 dovute esclusivamente al mancato rispetto della condizione di “non essere impresa in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019 ai sensi dell’articolo 2, punto 14, del regolamento (Ue) n. 702/2014”, purché le stesse non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza ai sensi del diritto nazionale e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione; prorogare, di conseguenza, il periodo di applicazione della concessione dei benefici al 30 giugno 2021 e i controlli sia sui requisiti dei beneficiari sia quelli a campione sui centri di assistenza agricola (Caa) al 31 dicembre 2021.

hef - 15296

EFA News - European Food Agency
Related
Similar