It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Natale solidale con le box anti-spreco di Babaco

Per ogni ordine 1kg di prodotti donati al refettorio Ambrosiano

Per questo Natale, Babaco Market, il primo delivery di frutta e verdura anti spreco in Italia, offre l’opportunità per fare un dono che unisce l’utilità del servizio a domicilio a scelte di consumo rispettose dell’ambiente e a sostegno di una sana alimentazione. Il delivery consegna infatti tutti quei prodotti che, con piccoli difetti estetici, non conformi agli standard di altri canali di distribuzione, verrebbero altrimenti destinati allo spreco.

Per il mese di dicembre, l'azienda ha scelto di intraprendere un’iniziativa di solidarietà, devolvendo per ogni ordine effettuato dal sito, 1kg di frutta e verdura al refettorio Ambrosiano, progetto ideato da Massimo Bottura e Davide Rampello che distribuisce pasti ai più bisognosi nella città di Milano. Continuerà invariata anche la distribuzione dei prodotti invenduti a Recup, l’associazione charity che combatte lo spreco alimentare e l’esclusione sociale redistribuendo i prodotti attraverso la rete dei mercati rionali.

Dal sito di Babaco Market l’utente può abbonarsi ad una box di frutta e verdura di stagione di diverse misure, ricevendola direttamente a casa ogni 1 o 2 settimane, in base alle preferenze. Le selezioni settimanali vengono fatte secondo le disponibilità, cercando sempre di garantire la massima varietà di prodotti da una settimana all’altra e rispettando le stagionalità degli alimenti. Oltre ai prodotti di stagione, leggermente imperfetti, ogni box include anche alimenti provenienti da piccoli agricoltori che coltivano secondo metodi tradizionali e che salvaguardano la tradizione gastronomica locale italiana, come ad esempio antiche varietà di mele, che difficilmente trovano spazio nella grande distribuzione, le susine di Monreale e le carote colorate di Polignano.

Per contribuire ad una spesa ecosostenibile, l'azienda ha eliminato l’uso della plastica, riducendo al minimo gli imballaggi e prediligendo lo sfuso. Avviato lo scorso giugno, il servizio ha già riscontrato il favore dei residenti di Milano, città dove è partito il delivery a domicilio. Grazie all'impegno dei milanesi sono state salvate da maggio a oggi oltre 10 tonnellate di frutta e verdura, di cui 6 solo nel mese di settembre, raddoppiando la quantità di prodotti recuperati rispetto alla media dei mesi precedenti.

hef - 15383

EFA News - European Food Agency
Similar