It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Quale sarà l'evoluzione dei mercati all'ingrosso

I poli agroalimentari saranno "sempre più simili a Centri di evasione ordini", dice Paolo Merci di Veronamercato

La visione in prospettiva del direttore generale Paolo Merci nel suo intervento al webinar su logistica e qualità del freddo

La logistica nei mercati è cresciuta molto. Nel complesso le contrattazioni tradizionali del mattino sono sempre più sostituite da ordini e prenotazioni nel pomeriggio/sera del giorno precedente. Significa che c’è meno necessità di vedere il prodotto in presenza come un tempo, ciò facilitato da una crescita del livello qualitativo dei prodotti. L’evoluzione dei mercati in chiave logistica richiede maggiori investimenti sulla catena del freddo per preservare la qualità dei prodotti. Così Paolo Merci, direttore di Veronamercato, nel suo intervento al webinar promosso da myfruit.TV su logistica e qualità del freddo (vedi in proposito notizia EFA News). 

“I Centri agroalimentari li vedo in prospettiva sempre più simili a dei 'Centri di evasione ordini', quindi bisogna investire oltre sull’ammodernamento delle strutture, anche su un efficiente ed efficace new warehousing system, proprio come nei grandi magazzini di logistica utilizzando le moderne tecnologie applicate alla logistica. Sembra ovvio, ma se frequentiamo anche il migliore e più organizzato mercato, ci accorgiamo di essere anni luce indietro rispetto alla movimentazione di un normale centro di spedizioni, tra l’altro con grosse ripercussioni sul tema sicurezza. L’evasione degli ordini può avvenire con tempistiche diverse rispetto al passato: un miglioramento della logistica di magazzino sarà fondamentale per conservare la qualità dei prodotti e per pianificare le consegne sulla base delle esigenze della clientela”.

I punti precedenti richiedono un cambiamento, una svolta nella fase di intermediazione.

“ Vedo in futuro l’importanza di una piattaforma digitale b2b in grado di prenotare i prodotti con un sistema più qualificato delle semplici telefonate e fortemente integrata con la fase successiva di evasione degli ordini – ha evidenziato il direttore di Veronamercato -. In questo modo catena del freddo + new warehousing system + piattaforma digitale b2b avranno come fondamentale prerequisito la qualità dei prodotti e il compito di preservarla e di valorizzarla, con evidente forti ricadute positive sul prodotto nazionale. Ma sono anche il viatico per una profonda ristrutturazione del settore dei mercati, perché consentono di aprire al cambiamento e all’ormai maturo passaggio dell’attività all’orario diurno, contribuendo così al miglioramento anche della qualità della vita, nell’ottica di un prospettico ricambio generazionale a breve".

"Il ruolo della Rete Italmercati risulta così fondamentale per dar seguito al progetto di ristrutturazione che il comitato della Rete sta sviluppando in sintonia con i ministeri competenti anche nell’ottica di usufruire delle risorse previste dal Recovery Fund che ci auguriamo possano rendersi disponibili”, ha concluso Merci.

CTim - 15687

EFA News - European Food Agency
Related
Similar