It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

E' iniziato ufficialmente il Veganuary 2021

L'intero mese di gennaio senza mangiare alimenti di origine animale

Nestlé e Domino Pizza tra i sostenitori dell'iniziativa

Sette anni fa è stata lanciata, in Gran Bretagna, l’iniziativa Veganuary, cioè la proposta di provare a trascorrere tutto il mese di gennaio senza mangiare alimenti di origine animale o almeno carne, per dare un contributo attivo alla lotta ai mutamenti climatici attraverso la diminuzione del consumo di questo tipo di alimenti. Anche quest’anno sta quindi per partire il mese vegetariano. Con una differenza: i sostenitori, che nel tempo sono riusciti a estendere il Veganuary a ben 152 paesi raccogliendo adesioni in tutto il mondo, pensano che quello del 2021 potrebbe essere un mese da record: si aspettano infatti 350.000 adesioni per l’inizio del mese, e 500.000 entro la fine. Nel gennaio scorso i partecipanti erano stati 400.000, contro i 250.000 del 2019 e i 170.000 del 2018.

Come riferisce il Guardian, l’ottimismo è dovuto sia al fatto che in molti, anche grazie al Covid, hanno avuto modo di riflettere sull’importanza dell’alimentazione sulla salute umana, sul benessere animale e sul clima, ma anche alla tendenza alla crescita costante dell’iniziativa degli ultimi anni, e all’appoggio di diverse multinazionali tra le quali la Nestlé. Marco Settembri, Ceo di Nestlé Europe, così ha commentato il coinvolgimento dell’azienda sul quotidiano britannico: “Una dieta a base vegetale ben bilanciata può soddisfare tutte le necessità nutrizionali delle diverse età, e dare una mano al pianeta, mentre apporta benefici alla salute. Quest’anno ho deciso di incoraggiare tutti i dipendenti a partecipare al Veganuary e a raccogliere la sfida che esso rappresenta. Sono felice di far parte di questo movimento, e di constatare quanto stia crescendo in tutta Europa e non solo”.

Hanno aderito, tra gli altri, anche la catena di supermercati Marks & Spencer, i cui vertici hanno dichiarato di avere in programma un’espansione delle linee vegetariane e vegane Plant Kitchen, e di voler accompagnare la campagna pro-vegan con iniziative a uso interno, per i dipendenti, quali video, giochi e confronti tra i prodotti con carne e i corrispondenti prodotti vegetali. Inoltre hanno aderito anche grandi media come Bloomberg e il primo produttore inglese di prodotti per vegani Quorn, il cui direttore esecutivo ha affermato che attraverso il Veganuary lo scopo è avvicinarsi all’obbiettivo di servire 8 miliardi di piatti vegani in tutto il mondo entro il 2030. Venerdì, primo giorno dell’anno e del mese vegetariano, inoltre, molte catene quali Domino Pizza hanno proposto soprattutto se non esclusivamente prodotti senza carne e sostituti quali i nuggets vegani, mentre altri hanno annunciato il lancio di nuovi alimenti come i bastoncini di finto pesce a base di soia bianca di Moving Mountains, progettati con una consistenza fioccosa che dovrebbe riprodurre quella dei bastoncini di pesce vero. Si stima che nel 2020 siano stati proposti, nei paesi aderenti, oltre mille tra menu e nuovi prodotti vegetali.

hef - 15927

EFA News - European Food Agency
Related
Similar