It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nestlé, l'iconico latte condensato si rinnova

Il prodotto al cioccolato, ideale per Carnevale/Ricetta

Nato più di 150 anni fa, il latte condensato a base di latte e zucchero rappresenta un prodotto caratterizzato da versatilità e praticità di utilizzo. Oggi nasce il latte condensato con cacao, dal connubio di latte, zucchero e cacao magro 3%, che tinge di colore e di gusto la ricetta iconica del prodotto Nestlé. Ottimo per arricchire preparazioni al cioccolato o dessert al cucchiaio come tiramisù o panna cotta, per decorare con velocità ogni preparazione, per addolcire il caffè, "per completare con una nota al cioccolato una colorata coppa di frutta o un instagrammabile piatto di pancakes, per mettersi alla prova nella preparazione di un cremoso gelato al cacao senza gelatiera o lasciare tutti senza parole con una glassa a specchio al cacao. Oppure, perché non provarlo direttamente sul pane per una merenda veloce e sfiziosa insieme agli amici di sempre?", riporta una nota stampa.

Lo si può sperimentare anche Carnevale, che è ormai alle porte. Luca Perego, alias Lucake, entrato da poco nella famiglia Nestlé, ha utilizzato il latte condensato al cioccolato come ingrediente per la realizzazione delle castagnole, tipiche palline di pasta fritta, soffici, lievitate e ricoperte di zucchero. Perego suggerisce di versare in una ciotola 130 g di latte condensato al cioccolato, 270 g di farina 00, 20 g di cacao amaro, 20 g di zucchero a velo, 8 g di lievito per dolci, 1 uovo intero, 1 tuorlo e 120 g di ricotta. Iniziare a mescolarli con un cucchiaio di legno e finire impastandoli a mano, fino ad ottenere un panetto omogeneo. Dividere poi l’impasto in piccoli pezzetti da 10 g l’uno e arrotolarli fra le mani per farli diventare sferici. Scaldare l’olio e mantenerlo alla temperatura di circa 170°-175°. Friggere le castagnole tenendole girate e in movimento. 

Scolare poi le castagnole con una paletta, facendo cadere l’olio in eccesso, e versarle su un piatto pieno di zucchero semolato, facendole roteare affinché vengano avvolte completamente dallo zucchero. È consigliato servire le castagnole ancora calde, con il latte condensato come crema di accompagnamento. È possibile preparare l’impasto con qualche ora di anticipo e conservarlo in frigo, coperto con pellicola, fino al momento della frittura. A piacere è possibile aromatizzare l’impasto con della scorza di arancia grattugiata. Perego consiglia di non cuocere le castagnole in olio troppo caldo, superiore alla temperatura indicata, altrimenti diventeranno subito scure all’esterno, rimanendo crude all’interno.

hef - 16775

EFA News - European Food Agency
Similar