It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Carni sempre più sicure e senza residui di farmaci

La conferma dall'ultimo report dell'Efsa/Allegato

Secondo l'ultimo report dell'Efsa, l'autorità europea per la sicurezza alimentare, i residui di farmaci veterinari e contaminanti negli animali e alimenti di origine animale mantengono un tasso di conformità elevato rispetto ai limiti di legge: i dati sono conformi ai livelli di sicurezza stabiliti dall’Unione. E’ quanto emerge dal monitoraggio dei dati raccolti nel 2019. I campioni su cui hanno riferito gli Stati membri, l’Islanda e la Norvegia sono stati 671.642 in totale. La percentuale di campioni che ha superato i tenori massimi consentiti è stata dello 0,32%. Tale cifra rientra nell’intervallo 0,25%-0,37% già riferito negli ultimi 10 anni.

Rispetto ai due anni precedenti, la nonconformità è aumentata leggermente per gli agenti antitiroidei e gli steroidi ed è diminuita leggermente per i lattoni dell’acido resorcilico, le sostanze vietate, gli antibatterici, glianticoccidi ed i coloranti. Per gli elementi chimici (compresi i metalli), la non conformità è stata superiore a quella del 2018, ma inferiore a quella del 2017.

Tutti i risultati su: “Report for 2019 on the results from the monitoring of veterinary medicinal product residues and other substances in live animals and animal products

red - 17962

EFA News - European Food Agency
Similar