It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

La pandemia si abbatte sui conti di Longino&Cardenal

Fatturato pari a 19,3 mln (-43%), rosso di 1,8 mln

Longino&Cardenal, società specializzata nella distribuzione al foodservice di cibi di alta gamma, ha concluso l'esercizio al 31 dicembre 2020 con risultati consolidati impattati dagli effetti sul sistema economico generati dalla diffusione della pandemia Covid-19 che ha coinvolto, in particolare, il settore della ristorazione in tutti i paesi del mondo in particolare in quelli in cui operano le società del Gruppo. I Ricavi si attestano a Euro 19,3 milioni, rispetto a Euro 33,7 milioni dell’esercizio precedente.

Per fronteggiare le condizioni eccezionali dell’anno, il management ha avviato una nuova linea di business B2C con l’e-Commerce, complementare a quella B2B. I ricavi dal canale on line, da giugno 2020 alla fine dell’anno, si attestano a Euro 445 mila con un tasso di crescita medio dell’86% mese su mese. Lo shop online ha registrato più di 400 mila accessi e 3.200 ordini. La piattaforma e il servizio si confermano inoltre molto positivi in termini di soddisfazione per i clienti, certificati da un tasso di buyers ricorrenti del 28%, più di 3.300 iscrizioni alla newsletter, un conversion rate del 4,21% e feedback molto elevati in termini di acquisto online, prodotti e consegna.

L’EBITDA è negativo per Euro 1,3 milioni (Euro 1,6 milioni nell’esercizio precedente). L’EBIT è negativo per Euro 1,7 milioni, rispetto a Euro 1,3 milioni al 31 dicembre 2019. Il Risultato netto è negativo per Euro 1,8 milioni, rispetto a Euro 0,9 milioni al 31 dicembre 2019. La Posizione Finanziaria Netta è passiva per Euro 0,2 milioni (debito), rispetto ad una PFN attiva (cassa) per Euro 1,4 milioni al 31 dicembre 2019.

Riccardo Uleri, Amministratore Delegato e socio di maggioranza di Longino & Cardenal, ha commentato: “Il 2020 ha rappresentato per noi un anno di profondo rinnovamento, un anno di investimenti e innovazione che pongono le basi per la costruzione di un’azienda molto più forte rispetto al periodo pre-Covid. La Pandemia ha messo a dura prova il settore della ristorazione internazionale, ma abbiamo deciso di reagire alle difficoltà con tutti i mezzi a disposizione attraverso il coinvolgimento dei nostri dipendenti in nuovi importanti progetti di sviluppo quali il rinnovamento del sistema digitale, l’introduzione di nuove tecnologie, il rivoluzionamento del marketing e della logistica, e l’implementazione di nuovi ERP e CRM evoluti, per raggiungere in ottica futura importanti efficienze con un contenimento dei costi fissi, una maggiore flessibilità e un rafforzamento commerciale. In particolare, abbiamo ampliato il nostro portafoglio clienti avviando il canale diretto per il consumer sfruttando la piattaforma e-commerce e un dipartimento interno, “Digital & e-Commerce”, a servizio di questo canale".

red - 18022

EFA News - European Food Agency
Similar