It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Gli Hard Seltzers conquisteranno il mercato italiano?

SkiniSpritz è pronta a rivoluzionare l'ora dell'aperitivo

A seguito dell'enorme successo riscontrato dagli hard seltzers nel mercato americano, con un volume di vendite che ha superato i 4 miliardi di dollari nel 2020, questa categoria di bevanda sta ufficialmente arrivando in Italia nel 2021. Ciò che ci si aspetta a livello economico è un volume di crescita che segua la stessa tendenza, con uno sviluppo pari al 5% del mercato della birra nei prossimi 5 anni.

Inoltre, c'è anche da tenere in considerazione che in Italia le bevande alcoliche ready-to-drink non sono poi così popolari tra i consumatori e sarà interessante vedere se gli hard seltzers riusciranno a cambiare questa tendenza. I tratti distintivi di questo nuovo tipo di bevanda sono il basso tasso alcolico che in media oscilla tra il 4% e il 5%, unito a un indice calorico molto contenuto e l'utilizzo di ingredienti naturali.

Queste caratteristiche rendono gli hard seltzers il drink perfetto per quella fetta di consumatori, principalmente giovani tra i 21 e i 34 anni, che non vuole rinunciare al piacere di fare l'aperitivo e di partecipare agli eventi sociali, ma che al tempo stesso è particolarmente attenta alle proprie scelte alimentari per far si che riflettano la necessità di condurre una vita sana ed equilibrata.

A tal proposito, Vito Martin fondatore di SkiniSpritz S.r.l., il primo hard seltzer a lanciarsi sul mercato italiano, ha dichiarato: "Dieci anni fa, la gente era abituata a bere drink ricchi di zuccheri e coloranti artificiali e non si preoccupava di cosa stesse consumando. Oggi, abbiamo una nuova generazione di consumatori, che fa molta più attenzione a ciò che beve e a quali ingredienti assume. Per questo, con SkiniSpritz, abbiamo deciso di lanciare sul mercato una prodotto in grado di soddisfare la necessità di sorseggiare un drink che appaghi il gusto ma che allo stesso tempo sia salutare, grazie agli aromi naturali e un numero di calorie considerevolmente inferiore rispetto a una qualsiasi bevanda alcolica".

SkiniSpritz non solo è intenzionata a rivoluzionare l'ora dell'aperitivo andando incontro alle nuove necessità dei consumatori proponendo un hard seltzer che unisce la frizzantezza dello Spritz mixata con la freschezza della frutta tropicale, ma inoltre abbraccia la causa dell'ambiente. Secondo stime fatte dalla società di ricerche Eunomia, in Italia si usano circa due miliardi di cannucce l'anno e SkiniSpritz vuole assolutamente impegnarsi a invertire questa tendenza, offrendo sul mercato un drink in lattina 100% in alluminio riciclabile e fornendo a tutti i rivenditori horeca cannucce biodegradabili a basso impatto ambientale, prodotte in Danimarca.

Come reagirà il mercato italiano all'arrivo degli hard selzers? I prezzi di vendita previsti sono a partire da 1,69 Euro nella grande distribuzione e supermercati e da 3,50 Euro nei canali horeca.

SkiniSpritz sarà pioniera nel campo. Nata nel dicembre 2020 a Trieste, l’azienda è frutto di passione, mesi di studi e ricerca. Dopo aver provato i più famosi hard seltzer americani, il founder Vito Martin ha fatto sua una missione: migliorare il prodotto utilizzando esclusivamente ingredienti naturali. Prodotto in Austria, il segreto di SkiniSpritz è il suo basso contenuto calorico ottenuto grazie a un meticoloso processo che trasforma lo zucchero di canna in alcool, donando il giusto livello di frizzantezza all’acqua di sorgente austriaca.

Skinispritz inizierà la sua distribuzione in Emilia Romagna a maggio 2021, espandendosi in Lombardia e Veneto nel mese di giugno e continuando poi la sua espansione per tutto lo stivale durante l'estate.

Photo gallery Bevanda Hard Seltzers Bevanda Hard Seltzers Bevanda Hard Seltzers
red - 18494

EFA News - European Food Agency
Similar