It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Chiusure: forte adesione alla serrata dei centri commerciali

Confimprese: "Risposta positiva delle forze politiche"

Zoia (centri commerciali): "L’importanza che la nostra industria riveste dal punto di vista economico e occupazionale, con 800.000 lavoratori solo nei centri commerciali, non deve e non può più essere trascurata dal Governo".

Dai primi dati, l'adesione alla serrata proposta dalle associazioni del commercio contro la chiusura dei centri commerciali nei weekend è stata superiore al'90%. L'iniziativa di abbassare simbolicamente le saracinesche per alcuni minuti dei punti vendita in 1.300 centri commerciali italiani è stata promossa da ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC–Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, i cui vertici hanno potuto incontrare politici di vari schieramenti e rappresentanti governativi, riscontrando una positiva la risposta delle principali forze politiche alla richiesta di riaprire da subito i punti vendita all’interno dei centri commerciali in Italia. "Oggi – afferma Francesco Montuolo, vice presidente Confimprese –, in occasione della simbolica serrata dei punti vendita all’interno dei centri commerciali, Confimprese ha incontrato tutte le forze politiche per sostenere la richiesta di un’immediata riapertura delle strutture nei week end. Non possiamo aspettare oltre. Essere chiusi nel week end significa rinunciare al 50% delle vendite della settimana".

I rappresentanti delle associazioni hanno incontrato questo pomeriggio, a Palazzo Chigi, Antonio Funiciello, Capo di Gabinetto del Presidente Mario Draghi, e Mariastella Gelmini, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, per discutere della riapertura dei negozi nei giorni festivi e pre-festivi all’interno dei centri commerciali.

Roberto Zoia, Presidente del CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali, ha detto che “il successo della nostra iniziativa di protesta, promossa oggi insieme alle altre principali sigle del commercio su 1.300 centri commerciali sul territorio nazionale, testimonia la volontà del nostro settore, sebbene compromesso da oltre un anno di chiusure forzate, di non arrendersi e far valere i propri diritti in un momento cruciale per la ripartenza del Paese. L’importanza che la nostra industria riveste dal punto di vista economico e occupazionale, con 800.000 lavoratori solo nei centri commerciali, non deve e non può più essere trascurata dal Governo. L’attenzione che oggi tutte le forze politiche ci hanno voluto dedicare è un segnale incoraggiante. Confidiamo che questa giornata, in cui la voce del commercio si è fatta sentire su più fronti con forza e in modo coeso, potrà permetterci di avere risposte certe con l’immediata riapertura dei centri commerciali nei festivi e pre-festivi. Da parte nostra, continueremo a garantire la massima sicurezza delle nostre strutture con protocolli rigorosi per la massima tutela della salute di tutti i cittadini e a ribadire la messa a disposizione dei nostri spazi da adibire ad hub vaccinali”.

red - 18825

EFA News - European Food Agency
Similar