It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Parte il corso di alta formazione in diritto agroalimentare

Rivolto non solo ai giuristi, ma anche a managers, imprenditori, professionisti e consulenti

L’industria agroalimentare, una delle eccellenze del made in Italy a livello mondiale, occupa il secondo posto in Italia, subito dopo quella metalmeccanica, ed è in costante e rapida crescita. Elemento di traino per l’intera economia, vale circa 205 miliardi di Euro e rappresenta il 12% del Pil del nostro paese. Multisciplinarietà, tecnicalità e transnazionalità sono gli elementi chiave di questo settore. Consapevole di tali caratteristiche, nonché dell’importanza che l’industria in oggetto riveste per l’economia nazionale e delle forti ripercussioni che le decisioni politiche internazionali hanno sulla stessa, la fondazione forense Bolognese, di concerto con alcuni tra i più importanti esperti del settore, ha ideato e organizzato una nuova edizione del corso di alta formazione, unico nel suo genere, che si prefigge di affrontare questa complessa e variegata materia nella maniera più ampia e trasversale possibile.

Il corso è rivolto quindi non solo agli avvocati ed ai giuristi, ma anche ai managers, agli imprenditori, ai professionisti ai consulenti e, più in generale, a tutti gli operatori della filiera dell’agroalimentare offrendo l’occasione ai diversi operatori interessati di partecipare ad un evento formativo completo e strutturato, con la consapevolezza che, questo specifico settore, per sua stessa natura, è caratterizzato dall’essere fortemente multidisciplinare, ed involge materie e tematiche che, pur essendo tra loro estremamente differenti, spaziando dalle più disparate branche del diritto, all’etichettatura, alla chimica, ai profili fiscali, alla sicurezza, necessitano obbligatoriamente di una correlazione e di un coordinamento.

In questo senso, tanto i giuristi, quanto gli operatori, nessuno escluso, sono chiamati, nel relazionarsi ad un mercato così grande ed in espansione, ad affrontare e coordinare problematiche non solo tra loro molto differenti, ma spesso inedite o poco conosciute, quali l’agropirateria, la tutela dell’origine dei prodotti, le esportazioni in paesi come la Cina e gli Usa, la commercializzazione degli alimenti “Halal” o dei c.d “Novel food”, la disciplina degli additivi e degli Ogm. Il corso ha come obiettivo quello di dare una formazione ampia e multidisciplinare, che permetta di avere una visione d’insieme della materia, fondamentale per approcciarsi a questo cruciale settore dell’economia, dove vi sono amplissimi spazi professionali ancora da occupare.

hef - 18868

EFA News - European Food Agency
Similar